Agrigento: il Comune travolto dalle buche

Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Buche gigantesche, strade dissestate, asfalto sdrucciolevole. Cause di incidenti stradali, talvolta anche mortali come nel caso della ventiquattrenne Chiara La Mendola che perse la vita alla fine dell'anno passato. Sono sempre di più gli incidenti stradali che finiscono, sotto forma di richiesta di risarcimento danni, sul tavolo del Comune. Alcune richieste, solo una minima parte, finiscono in tribunale o davanti al giudice di pace. La maggior parte viene invece risolta con un "accordo bonario" fra le parti, da un lato il proprietario del mezzo incidentato, dall'altro il Comune. Così il Municipio paga. Nel giro di poche ore, palazzo dei Giganti - all'inizio dell'anno - definì con accordo bonario sei richieste, sbordando, complessivamente, 3.250 euro. Solo una piccola parte, la punta dell'iceberg rispetto alle molteplici, e diverse richieste di pagamento, che ogni giorno giungono in Comune o finiscono in tribunale. 


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook