Scatta l’"Operazione Mare sicuro", impegnati 40 militari ad Agrigento

AGRIGENTO. Da Porto Empedocle a Ribera, passando per Cattolica Eraclea, Montallegro, Siculiana, Realmonte ed Agrigento e spingendosi dalla foce del torrente Bellapietra alla foce del fiume Naro. Quaranta i militari, quattro le motovedette e un gommone, nonché tre mezzi terrestri che verranno impiegati a turno. Da lunedì prenderà il via l’operazione “Mare sicuro 2014”, l'attività svolta dalla Capitaneria di Porto - Guardia Costiera per la vigilanza sulle attività diportistiche, turistiche e balneari e per la prevenzione o repressione di comportamenti pericolosi che mettano a repentaglio la sicurezza della navigazione, nonché per la salvaguardia della vita umana in mare. E per garantire un migliore servizio, da pochi giorni, alla Guardia costiera di Porto Empedocle è arrivata una nuova motovedetta, la "765", un battello veloce di 11,4 metri con una velocità massima di 35 nodi.
L’operazione, che si concluderà il 7 settembre, vede la consolidata collaborazione con le forze di polizia, le associazioni di volontariato ed i gestori di stabilimenti balneari e strutture per la nautica e, naturalmente, comporterà l’intensificazione dei pattugliamenti via mare e via terra da parte dei militari della Guardia Costiera, con mirate verifiche di sicurezza sulle unità passeggeri, ai punti di imbarco/sbarco delle aree portuali, alle unità destinate a locazione e noleggio ed agli acquascooter. Ulteriori attività di monitoraggio - secondo quanto ieri è stato annunciato - saranno condotte in tema di tutela ambientale, d’intesa con l’Arpa, e di controllo dell’intera filiera della pesca. Particolare attenzione sarà rivolta alla verifica degli apprestamenti di sicurezza: bagnino, corridoio di lancio, boe e segnalazioni relative ad acque riservate alla balneazione, così come il posizionamento a cura delle amministrazioni interessate di cartelli di avviso su eventuali pericoli lungo le spiagge e le coste.

Quest'anno, nei primi mesi, sono stati rilasciati 20 brevetti di abilità al salvamento ad altrettanti militari della guardia costiera di Porto Empedocle che saranno impiegati nell’operazione ed è stata emanata una nuova ordinanza di disciplina dei limiti di navigazione per le unità da diporto, nonché una nuova ordinanza di sicurezza balneare. I punti di contatto con la Capitaneria, ossia il numero blu per le emergenze in mare 1530, quello della sala operativa 0922535182 e le chiamate radio VHF: canale 16 faranno il resto per garantire la sicurezza in mare.C-R.

Nel corso dell’operazione “Mare Sicuro 2013”, sono state soccorse 30 persone ed assistite 11 unità da diporto. I controlli effettuati sono stati 2.074 (di cui 377 sul demanio, 363 di tipo ambientale, 252 in materia di pesca, 510 per il diporto), con irrogazione di 202 sanzioni pecuniarie (71 in tema di violazioni all’ordinanza di sicurezza balneare, 70 per la nautica da diporto, 47 per la sicurezza della navigazione e 14 in tema di pesca), per un importo complessivo pari a 30.000 euro e 15 notizie di reato (di cui 6 per condotta illecita di acquascooter e 4 per occupazione abusiva di arenili).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook