Siculiana, intimidazione per l’assessore Palilla

SICULIANA. Lascia la propria autovettura posteggiata all'autoparco comunale per recarsi ad una riunione per amministratori locali convocata dalla Regione. Al suo rientro, nel tardo pomeriggio di mercoledì, trova due ruote della sua Toyota Yaris squarciate. Chiaro, inequivocabile, messaggio intimidatorio nei confronti di Salvatore Palilla, 44 anni,assessore al Bilancio di Siculiana. "Qualunque sia la matrice, che deve essere ancora valutata, è certamente un atto di assoluta vigliaccheria - ha detto ieri mattina il sindaco Mariella Bruno - . Un atto, indirizzato ad una persona che esercita una funzione pubblica, che condanniamo con forza, esprimendo piena solidarietà nei confronti di Palilla e rimanendo convinti e sicuri che niente ci fermerà". Ad occuparsi delle indagini su quanto misteriosamente accaduto all'interno dell'autoparco comunale di Siculiana sono i carabinieri della locale stazione, coordinati dal maresciallo Fabio Natale, e i militari dell'Arma della compagnia di Agrigento con in testa il capitano Giuseppe Asti. Nonostante il fitto riserbo, gli investigatori pare che non escludano alcuna ipotesi investigativa. Sull'autoparco comunale, che si trova vicino al centro abitato ma comunque in periferia lungo la strada provinciale che da un lato porta a Raffadali e dall'altro a due grandi depositi immersi nel bosco, non esiste un sistema di videosorveglianza. Telecamere che avrebbero potuto immediatamente indirizzare le indagini dei militari dell'Arma. Nessun dubbio, per i carabinieri, comunque, sul fatto che l'intimidazione sia stata squisitamente mirata e questo perché oltre alla Toyota Yaris di Palilla, nell'autoparco erano posteggiata anche altre vetture. L'assessore, rientrando da Palermo, a conclusione dunque del suo impegno istituzionale, non appena ha trovato le due ruote della utilitaria squarciate, verosimilmente con un coltello, ha chiamato i carabinieri della stazione. I militari hanno appurato il "taglio" ai pneumatici di circa 2, 3 centimetri ed hanno avviato le indagini. «Non c'erano mai stati precedenti nei confronti dell'assessore Palilla - ha detto ieri il sindaco Mariella Bruno - . Aspettiamo, adesso, che venga fatta chiarezza. Piena la fiducia nei confronti dell'Arma dei carabinieri». Esprime solidarietà il Gruppo consiliare "Un futuro per Siculiana": «Ripudiamo fermamente azioni frutto di logiche poco civili tendenti ad offuscare l'immagine di una comunità onesta ed operosa che vive e si rapporta nel rispetto della legalità», scrivono in una nota Antonino Di Giovanna, Valerio Lauricella, Angelo Messina e Enzo Zambito. C.R.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X