Rifiuti, a Licata ricompensa a chi segnala i trasgressori

Agrigento, Archivio

LICATA. Non si riesce a bloccare chi abbandona la spazzatura in modo selvaggio? Ed allora il Comune promette una ricompensa a “quanti segnaleranno chi si rende responsabile di abbandono di rifiuti di ogni genere in strada, sia nel centro abitato che nell’intero territorio comunale”. L’annuncio, un po’ a sorpresa, è arrivato ieri. A farlo è stato il vice sindaco Angelo Cambiano. Il valore della ricompensa non è stato ancora deciso, o perlomeno non viene indicato, ma la scelta è fatta.
“I trasgressori delle norme che vietano l’abbandono indiscriminato di rifiuti – aggiunge il vice sindaco - saranno puniti a norma di legge. Già parecchi sono stati individuati e multati. Noi proseguiremo i controlli, senza alcuna soluzione di continuità e, con l’occasione, invitiamo i cittadini ad aiutarci nell’opera di controllo, segnalandoci chi infrange le regole”.
La multa, per quanti abbandonano i rifiuti solidi urbani per strada o comunque lontano dai cassonetti dei rifiuti, o scelgono i contenitori ma in orari non consentiti, è di 50 euro. Gli agenti della polizia municipale l’hanno già applicata più volte. Ovviamente, quando i rifiuti abbandonati sono speciali o addirittura pericolosi, le contravvenzioni diventano più “salate” e può scattare anche la denuncia a piede libero. Malgrado i controlli, però, ci sono intere zone dell’abitato (soprattutto in periferia e nelle aree di campagna) trasformate in discariche illegali di rifiuti pericolosi, amianto su tutti.
“Per non vanificare gli sforzi profusi quotidianamente, migliorare la pulizia e l’aspetto del territorio, in modo da renderlo sempre più accogliente con il contributo attivo di tutta quanta la cittadinanza, rivolgiamo – si legge ancora nel documento del vice sindaco Cambiano - un appello per rispettare la città e i luoghi in cui viviamo, non solo per noi stessi, ma anche per quanti sono nostri ospiti, per ragioni familiari, turistiche e professionali. Da ciò l’invito a mantenere pulito il nostro territorio, a non abbandonare rifiuti di qualsiasi genere, a non imbrattare, a rispettare la natura in genere e, possibilmente, ad abbellire quanto ci circonda e i luoghi in cui abitualmente viviamo, sia all’interno delle nostre case e dei luoghi di lavoro, che in quelli privati e pubblici di ritrovo”. “A tal proposito l’amministrazione comunale, ancora una volta, invita tutti a rispettare le leggi, i regolamenti, le ordinanze e quanto altro – aggiunge Cambiano - disciplina la materia, provvedendo a pulire i lotti interclusi, a non bruciare le erbacce, a non depositarle nei cassonetti destinati alla raccolta dei rifiuti solidi urbani, a depositare la spazzatura nei cassonetti nelle fasce orarie stabilite, a non lasciare i rifiuti in spiaggia, a non abbandonare gli ingombranti agli angoli delle strade o nei pressi dei cassonetti”.
Nei mesi scorsi, come si ricorderà, era stato il commissario liquidatore della Dedalo Ambiente, Rosario Miceli, ad annunciare l’intenzione di mettere una “taglia” su chi avesse fornito informazioni sui piromani di cassonetti dei rifiuti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X