Agrigento, l'allarme del sindaco: «Cattedrale sempre più sola»

Zambuto si rivolge ancora a Crocetta: si devono accelerare le procedure tecnico-burocratiche per salvare l’intera collina

AGRIGENTO. Silenzi, ritardi, passerelle ti politici più o meno credibili, e tante, tantissime chiacchiere. Parole che negli anni, si sono perse nel vuoto, nel nulla di una politica, a tutti i livelli, trasversalmente incapace di atti concreti.
La Cattedrale di Agrigento, a questo punto, potrebbe diventare un nuovo palazzo Lo Jacono ma non sembra essere l’emergenza di nessun agenda. L’arcivescovo Francesco Montenegro, continua, quasi in solitaria, la sua battaglia pacifica a suon di veglie di preghiere e dichiarazioni sperando di smuovere qualche politico, qualche funzionario e qualche tecnico, dallo stallo mentale che sembra avvolgerli quando si parla di Cattedrale a rischio crollo.



UN APPROFONDIMENTO NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook