Stranieri, la Regione sosterrà il Comune di Palma

Agrigento, Archivio

PALMA DI MONTECHIARO. Tra le emergenze di Palma di Montechiaro c’è, sicuramente, quella dei “Minori stranieri non accompagnati”. Si tratta dei giovanissimi disperati che arrivano dal nord Africa con le “carrette del mare” e poi vengono accolti anche nella città del Gattopardo. Qui sono al lavoro ben cinque comunità che ospitano i minori stranieri non accompagnati, ma il Comune non ha più i soldi per liquidare il dovuto alle cooperative. Una questione, questa, che il sindaco Pasquale Amato solleva con la Regione ed il governo di Roma fin dai giorni successivi al suo insediamento.
In occasione della visita di mercoledì scorso del governatore Rosario Crocetta a Palma di Montechiaro, amministrazione e consiglieri comunali hanno fatto presente che “il Comune, materialmente, non ha i fondi necessari per pagare le comunità che si occupano di immigrati minorenni”.
La questione, oltre che dal primo cittadino, è stata sollevata anche dai capigruppo consiliari Salvatore Catania e Rosario Bruna.
“Le comunità palmesi – hanno detto nel corso del loro intervento i due consiglieri comunali – rischiano seriamente di chiudere ed in questo modo non solo non si garantirebbe più l’assistenza ai minori stranieri non accompagnati, ma si perderebbero numerosi posti di lavoro”.
Dal canto suo Crocetta, prendendo la parola al termine del confronto con amministratori e consiglieri comunali, si è soffermato anche sul problema delle somme, di cui il Comune non dispone, per liquidare il dovuto alle comunità.
“In origine della questione si occupava – ha detto Crocetta – il governo di Roma, che metteva a disposizione i fondi necessari per pagare le comunità. Da qualche anno il costo è completamente a carico dei Comuni che, ovviamente, non dispongono delle risorse necessarie. Allora che fare? La Regione è al lavoro nel tentativo di trovare un capitolo di bilancio per sostenere i paesi in cui sono presenti comunità che assistono i minori non accompagnati. E’ chiaro, però, che lo Stato non può lasciare questa incombenza agli enti locali, una soluzione deve essere trovata in tempi brevi”.
Ed a proposito della questione minori non accompagnati il sindaco Pasquale Amato, sul suo profilo Facebook, ieri ha preso “atto dell’impegno del governatore Crocetta a finanziare il credito vantato dalle comunità di accoglienza, finora incombente, tragica, minaccia sul bilancio comunale. Abbiamo già preparato il rendiconto sulle fatture da liquidare per il ricovero dei minori stranieri, ed a breve provvederemo a trasmettere tutti gli atti al competente assessorato regionale”. Il dipartimento Servizi Sociali del Comune sta facendo i conti, ma pare che il debito nei confronti delle comunità di Palma di Montechiaro che ospitano i minori stranieri non accompagnati non sia inferiore a due milioni di euro. Una somma ingente, dunque, che se dovesse essere pagata solo dal Comune, metterebbe in ginocchio le casse dell’ente.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook