San Leone diventa capitale della creatività

SAN. LEONE. Ore 11: San Leone viene invaso da centinaia di motorini e mini car che portano migliaia di studenti per la XVII giornata della creatività studentesca in programma nell’ex eliporto. Tutto è pronto per dare il via a questa fantasmagorica festa di suoni e di colori. Le due belle presentatrici, Giulia Alletto dell’Ipc “Gallo” e Katia Azzedine del geometra “Brunelleschi” sono sul palco. Il primo gruppo a dare inizio alla festa sono i “Murritiusi” una band composta dagli studenti Manlio Raimondo, Calogero Saldì, Nuccio Licata, Patrizio Adriano, Giuseppe Alizzi e Domenico Romano. Con le chitarre nelle custodie arrivano Sofia Cutaia e Anna Castro studentesse ginnasiali che fanno parte della band dei “C4+1” e ci dicono “La festa della creatività è un momento molto importante in quanto consente a noi studenti di esprimerci al meglio delle nostre possibilità”. Gli fanno eco Silvio Fazio e Francesco La China: «E’ bellissimo ed importante partecipare a vario titolo a questa festa. L’unica nota negativa è che si organizza solo una volta l’anno. Occorre dare più voce ai giovani».

Il presidente della Consulta studentesca, Antonio Nocera commenta la giornata così: «C’è voluto un intenso mese di lavoro per arrivare a questa giornata. Una faticaccia. I risultati ci sono ed abbastanza positivi e questo ci ripaga di tanto lavoro. La festa è soprattutto un momento di conoscenza fraterna tra gli studenti della nostra provincia che frequentano gli istituti superiori. Inoltre ci siamo fatti sponsorizzare dagli istituti Pitagora e Dante Alighieri le magliette colorate per i componenti la Consulta ed il servizio d’ordine».

Ad accogliere la marea studentesca la referente della Consulta Stefania Ierna e l’assessore Mimmo Catuara in rappresentanza dell’amministrazione comunale. Mentre nel pomeriggio Raffaele Zarbo direttore dell’Ufficio scolastico provinciale (ex Provveditorato agli Studi) ha raggiunto il palco per un breve saluto alle migliaia di studenti che erano nell’ex eliporto. «L’amministrazione comunale – dice Catuara – è sempre vicina ai nostri giovani e pur con le ristrettezze economiche del comune non ha voluto perdere questa bella iniziativa mettendo a disposizione questo spazio dove siamo dovuti intervenuti con una manutenzione straordinaria ed il palco sul quale i ragazzi daranno vita alla loro esuberanza». «La giornata della creatività studentesca – ci dice Stefania Ierna - è il frutto di numerose riunioni nella sede della Consulta. Un lavoro preparatorio che ha visto i ragazzi impegnarsi al massimo per dar vita ad una finestra sul mondo della scuola agrigentina e gli spazi creativi ne sono un evidente esempio».
Infatti tre ragazzi Michele Bruno e Salvatore Scifo di Aragona e William Calandra di Agrigento hanno lavorato per diverse ore alla realizzazione di un interessante grafito contro la mafia. Presenti anche una associazione di volontariato presieduta da Nello Hamel ed uno sportello della Camera di Commercio. Per l’intera giornata i ragazzi hanno disputato gare di pallacanestro, mentre alcune ragazze hanno dato vita alla propria creatività artistica . In serata poi lo spiazzo si è trasformato in una grande pista da ballo per centinaia di coppiette.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook