A Favara via alla regolamentazione dei tributi

AGRIGENTO. Archiviato il consiglio comunale delle polemiche, che ha visto il sindaco sul banco degli imputati perché a lui l'opposizione ascriverebbe delle procedure non propriamente legittime in ordine all'avvicinamento al cimitero di Piana Traversa dei suoi suoceri defunti, se ne apre un altro che sicuramente non rallegrerà i cittadini. Gli inquilini dell'aula "Falcone e Borsellino" saranno, infatti, chiamati a dibattere giovedì prossimo argomenti prettamente fiscali che già l'anno scorso hanno surriscaldato non poco il clima politico.
La dirigente del settore finanziario, Carmelina Russello, ha infatti predisposto per il consiglio comunale di giorno 5 giugno una proposta di delibera tendente a fissare i termini di scadenza del versamento della Tari (tributo servizi rifiuti) con le relative modalità di versamento. Ancora non si è in presenza del piano finanziario e delle tariffe per il 2014, ma si è ritenuto necessario individuare i periodi in cui si dovrà procedere ai pagamenti. Il Comune ha previsto che il versamento debba essere effettuato in quattro rate, la prima con scadenza entro il prossimo 30 giugno, le altre entro agosto, ottobre e dicembre. La prima, la seconda e la terza rata sono in acconto, la quarta a saldo/conguaglio. Quest'ultima verrà calcolata sulla base dell'importo annuo dovuto a titolo "Tari 2014", tenuto conto delle tariffe definitive che saranno stabilite con successiva delibera. Ovviamente saranno scomputati i pagamenti di quanto versato in acconto.
Va ricordato che la Tari (tributo servizio rifiuti) si ritrova inserita nella Iuc (Imposta Unica Comunale) che comprende anche l'Imu (imposta municipale propria) e la Tasi (tributo servizi indivisibili). La Iuc è stata istituita con la legge di stabilità 2014 ed è basata su due presupposti impostivi: uno è costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore, l'altro è collegato all'erogazione e alla fruizione di servizi comunali. Al momento il Comune è sprovvisto del regolamento Iuc che dovrà quanto prima essere elaborato e portato all'attenzione del consiglio come anche sollecitato dal collegio dei revisori dei conti.
Tra gli argomenti che il presidente Leonardo Pitruzzella ha inserito all'ordine del giorno figurano anche il regolamento generale delle entrate comunali tributarie ed extratributari, il riconoscimento di vari debiti fuori bilancio, l'approvazione di un progetto in variante allo strumento urbanistico per la realizzazione di una scuola materna in viale Ambrosini, l'approvazione del nuovo regolamento per il servizio di economato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook