Giraffa fugge dal circo di Favara, riacciuffata in campagna

Agrigento, Archivio

FAVARA. Si chiama «Shumi», ha 16 mesi e per tutta la mattinata di ieri ha tenuto in scacco il personale del circo «Coliseum» di Sandra Orfei, da alcuni giorni accampato nelle campagne di Favara, a ridosso di una strada provinciale, tra il centro abitato e gli impianti sportivi comunali polivalenti di contrada Pioppo. «Shumi» è una giraffa, nata in cattività e arrivata da poco tempo al circo, che ieri ha abbattuto la recinzione in cui era contenuta lanciandosi a folle corsa verso le campagne che guardano ad est.

A imbizzarrirla sarebbe stato un branco di cani randagi che solitamente si radunano all'interno dell'area che ospita la piscina e il palazzetto dello sport dove qualche dipendente del Comune, di cuore tenero, porta da mangiare. «Fortunatamente - dice l'addestratore Maximiliano Rossi - abbiamo assistito alle scena anche perché di mattina, come al solito, accudiamo gli animali provvedendo anche alla loro pulizia». Lui stesso, il domatore dei leoni e altri sei addetti si sono così messi all'inseguimento dell'animale tra le terre recentemente rivangate rappresentando esse stesse un ostacolo aggiuntivo.
«Dovevamo cercare di non spaventarla ulteriormente - continua l'addestratore - pur sapendo che la giraffa è di carattere molto docile e mansueto. Per lei i cani, in quel momento, hanno rappresentato il leone della savana da cui doveva necessariamente cercare di salvarsi». Per il personale del circo non è stata una giornata di tutto riposo. Addirittura il domatore dei felini, anche lui corso all'inseguimento, è caduto in un dirupo riportando varie escoriazioni che sono state medicate al suo rientro.

La giraffa non è stata mai persa di vista, nonostante abbia percorso diversi chilometri, ed è stata recuperata solo quando è stata vinta dalla stanchezza. «Siamo stati aiutati anche da un contadino - spiega Maximiliano Rossi - che ci ha messo a disposizione un trattore per avvicinare il nostro van all'animale visto che con i mezzi a nostra disposizione non potevano raggiungerlo». Sfinita e presa per la gola con dei tozzi di pane, la giraffa si è accomodata docilmente nello speciale furgone per rientrare al circo facendo tirare un sospiro di sollievo al personale che vi lavora che, però, ieri pomeriggio, a causa del trambusto della mattina, non ha potuto dare lo spettacolo solitamente a beneficio dei bambini. Il circo «Coliseum» rimarrà a Favara fino a oggi per poi proseguire per Cammarata dove metterà le tende al centro commerciale «La Fornace».

Sicuramente «Shumi», la giraffa delle scappatelle, rappresenterà un'ulteriore attrazione per un circo a cui ha fatto recentemente pubblicità anche la Rai avendo ospitato i suoi pattinatori acrobatici nel corso della trasmissione «Si può fare» condotta da Carlo Conti. (

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X