Canicattì, il liceo Sciascia torna nel mirino dei ladri

Agrigento, Archivio

CANICATTI'. Dopo qualche mese di calma apparente, a seguito del clamore destato dalla scoperta che in almeno uno dei tanti casi di furto registratisi all'interno dell'istituto lo zampino ce l'avesse messo un bidello in servizio proprio nella scuola beccato dalle riprese delle videocamere piazzate dalla polizia, il liceo scientifico Sciascia è tornato nuovamente al centro di episodi di cronaca. Nella notte tra giovedì e venerdì infatti la scuola, guidata dalla professoressa Rossana Virciglio, è stata visitata per l'ennesima volta dai ladri che hanno messo a segno un nuovo colpo. Nulla di consistente ma la facilità con la quale si riesce ad «espugnare» l'edificio scolastico ha gettato nuovamente nello sconforto tutto il personale, docente e non docente, della scuola. A fare la scoperta del furto sono stati ieri mattina, all'orario di apertura della scuola, alcuni bidelli. Ad essere presi di mira sono stati alcuni distributori di bevande e snack presenti all'interno dei locali dai quali i ladri sono riusciti ad asportare la struttura che contiene le monete utilizzate per l'acquisto dei prodotti.
Per penetrare nella scuola i malviventi hanno scavalcato il cancello d’ingresso, utilizzando poi una porta laterale per entrare nella grande sala dove si trovano le macchinette. Dopo aver rubato i soldi, il bottino ammonta a poche decine di euro, i malviventi hanno fatto perdere le proprie tracce. Niente di quanto custodito all’interno della scuola è stato oggetto delle attenzioni dei ladri. La denuncia del furto subito è stata presentata dallo stesso dirigente scolastico ai poliziotti del locale Commissariato di pubblica sicurezza. Gli agenti ieri mattina hanno effettuato un sopralluogo all'interno della scuola e hanno avviato le indagini per risalire agli autori del furto. Indagini che potrebbero in breve condurre all'identità dei malviventi in quanto un supporto fondamentale verrà dato dalle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza, fatte installare nelle settimane scorse all'interno della scuola. I poliziotti già nella giornata di ieri hanno provveduto a farsi consegnare dalla scuola i nastri con le registrazioni che potrebbero svelare i retroscena della vicenda.
Il liceo scientifico Sciascia detiene il triste primato di scuola maggiormente esposta all'azione della criminalità con gli oltre venticinque episodi di furti che si sono registrati a partire dalla fine dello scorso anno scolastico. A marzo la polizia riuscì ad individuare il responsabile di almeno uno di questi furti, un bidello di Favara in servizio proprio all'interno della scuola. Lo stesso dopo essere stato denunciato ed inizialmente sospeso dal servizio dal Provveditorato di Agrigento da qualche tempo è tornato a lavoro nella scuola di via Pasolini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X