Allarme randagismo a Licata Chiesto aiuto al prefetto

La questione è all’ordine del giorno della riunione del consiglio comunale in programma per il 15 di maggio. L’edificio abusivo si trova in contrada Safarella

LICATA. Non c’è soluzione al fenomeno del randagismo in città, anzi secondo la denuncia dei residenti dei quartieri di periferia, e di quanti abitano nella zona collinare, il numero dei cani senza padrone presenti per strada continua ad aumentare. I licatesi che abitano nel quartiere Comuni – Camera ieri mattina hanno deciso di avviare una petizione che a breve invieranno al prefetto di Agrigento, Nicola Diomede, per “segnalare il grave problema”.
“Che ci crediate o no – dice un pensionato di 60 anni che risiede a Comuni – Camera – ormai in questa parte della città abbiamo paura persino a raggiungere i vicini cassonetti dei rifiuti per gettare la spazzatura. Ci è già capitato di dovere correre verso casa, con i sacchetti in mano, perché i randagi ci hanno aggredito. Purtroppo non esageriamo nel raccontare questi episodi. La presenza di cani senza padrone è via via cresciuta, ed ora la situazione sta diventando insostenibile. Ci chiediamo cosa stia facendo il Comune per affrontare un problema di tale portata, e che riguarda l’intero abitato”.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook