Depuratore in riva al fiume Salso, incontro alla guardia costiera

LICATA. E’ ormai imminente l’arrivo dell’esito degli esami sui campioni di acqua che un paio di settimane fa la guardia costiera ha prelevato alla foce del fiume Salso. Le provette con l’acqua prelevata sono state inviate all’Arpa di Agrigento e non è da escludere la possibilità che già oggi si conosca il risultato.

A disporre il prelievo, come è noto, era stato il tenente di vascello Luca Montenovi, comandante dell’Ufficio circondariale marittimo. Si tratta del secondo prelievo eseguito nel sito. La settimana precedente, infatti, era risultato che a causa di uno sversamento accidentale, alla foce del fiume Salso erano finiti reflui del depuratore non ancora trattati. La guardia costiera aveva inviato ai magistrati della procura della Repubblica di Agrigento un’informativa di reato nei confronti di Girgenti Acque, gestore del depuratore, e la società agrigentina si era difesa sostenendo che lo sversamento si era verificato solo a causa delle piogge torrenziali dei giorni precedenti. La settimana successiva la guardia costiera ha eseguito nuovi prelievi alla foce per verificare la qualità dell’acqua che finisce nel fiume e poi in mare. Ora è atteso l’esito degli esami di laboratorio.

Intanto il Comitato civico cittadino ha annunciato che stamani incontrerà il comandante del porto, proprio per avere notizie riguardo alla situazione registrata alla foce del fiume Salso. All’incontro parteciperanno il presidente del Comitato, Antonio Lo Monaco, il vice presidente Luciano Russo, il segretario Agostino Licata, ed i consiglieri Giuseppe Bonfissuto, Valeria Spadaro, Vincenzo Licata, Vincenzo Rizzo e Salvo Nicolosi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook