Sciacca, cinque milioni per ristrutturare tre scuole

Agrigento, Archivio

SCIACCA. Saranno completati in tempo per l'inizio del prossimo anno scolastico i lavori di manutenzione in tre scuole della città per un importo complessivo di quasi cinque milioni di euro. Il Comune non impiegherà altri fondi per l'affitto di strutture private. Lo ha affermato il dirigente del settore Patrimonio, Aldo Misuraca, che ieri ha fatto il punto della situazione sugli interventi in corso. Alla scuola media "Scaturro", in via Santa Caterina, si lavorerà per tutta l'estate per completare i lavori.

Quest'intervento di manutenzione comprende anche diverse opere di messa in sicurezza e sostituzione di impianti. Il progetto è stato redatto dall'ufficio tecnico comunale e vengono impiegati fondi europei. Interventi di completamento della struttura e realizzazione di un impianto fotovoltaico sono in corso all'istituto comprensivo "Mariano Rossi" dove già sono state realizzate 12 nuove aule in un'area di pertinenza della scuola per dare una migliore sistemazione agli 820 alunni. Negli anni alla Rossi è stato necessario separare alcune aule o rinunciare a qualche laboratorio per mancanza degli spazi adeguati. Saranno completati entro il prossimo mese di giugno, invece, i lavori di adeguamento e manutenzione straordinaria della scuola elementare Sant'Agostino.
"Tutti gli interventi effettuati nelle scuole sono mirati alla nuova agibilità - dice Misuraca - che in base al nuovo testo unico sull'edilizia impone di adeguare gli edifici, dando la massima sicurezza sia dal punto di vista strutturale che igienico sanitario". Misuraca aggiunge che "è in corso una ricognizione del rapporto tra aule disponibili e classi formate per il prossimo anno. Stiamo informando i presidi perché intendiamo razionalizzare al massimo, aula per aula. Dove potremo togliere i fitti passivi li toglieremo. Per Sant'Agostino delle classi sono state trasferite, a causa dei lavori, nell'edificio, di proprietà privata, che prima ospitava il liceo Pedagogico. Intendiamo lasciare questa struttura a meno che l'amministrazione decida di impegnarlo per altri fini istituzionali, per trasferirvi l'ufficio Tributi o lo Stato Civile che necessitano di una sede più idonea". Niente squadre di operai, durante il prossimo anno scolastico, in queste scuole e in altre della città, fatta eccezione per la manutenzione ordinaria.
"Al momento la situazione è questa - dice Misuraca - anche se noi speriamo di ottenere finanziamenti per i dieci progetti che abbiamo presentato pochi mesi fa alla Regione. Certamente, con i lavori in corso siamo alla chiusura". Presentati i progetti di manutenzione straordinaria dell'istituto "Agostino Inveges" e della materna elementare "Giovanni XXIII". L'ammontare del primo progetto è di 1.200.000 euro e del secondo 1.217.796 euro. E poi per l'adeguamento alle norme vigenti del plesso "Mascagni" e plesso "Perriera". L'importo del primo progetto ammonta a 368 mila euro, quello del secondo a 1.500.000 euro. Altri progetti riguardano l'istituto "Agazzi" (867 mila euro), la materna "Magnolie" (750 mila euro), l'istituto comprensivo "Dante Alighieri" (367 mila euro) e il primo circolo didattico "Fazello" (1.450 mila euro).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X