Agrigento, rifiuti sulle strade provinciali È partita l’operazione di bonifica

AGRIGENTO. Strade invase da rifiuti speciali e pericolosi: il gruppo Tutela Ambientale della Provincia, diretto da Bernardo Barone, ha completato la prima fase delle operazioni di bonifica e in particolare di alcune discariche abusive segnalate dagli agenti del Corpo Forestale e successivamente sequestrate dalla Magistratura. La bonifica ha riguardato la provinciale 33 Ribera-Seccagrande, la Casa Albergo della Terza Età di Ribera e la provinciale di Contrada Fauma. Di rilievo, in particolare, la bonifica di un notevole quantitativo di amianto, il più pericoloso in assoluto dei rifiuti abbandonati, in tutto ben 5.850 kg di cui 4.250 sulla strada Fauma e 1.250 nella Casa Albergo per Anziani, ridotta, in pratica, ad una vera e propria discarica di materiali vari, e per questo recintata e messa in sicurezza. Sulla provinciale di Fauma sono stati rimossi anche 1.000 kg di pneumatici dismessi, 200 chili di materiale plastico e 280 chili di materiale legnoso. Notevole anche il quantitativo di inerti, ovvero rifiuti derivanti da attività di costruzione: più di 8.000 chilogrammi sulla provinciale 33 e nella Casa Albergo.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X