Palma, biscotti per promuovere la città

L’iniziativa, promossa dall’assessorato comunale al Turismo, rientra nel programma della «Via degli scrittori». Verrà ricordato Tomasi di Lampedusa, autore de «Il Gattopardo»

PALMA DI MONTECHIARO. Palma di Montechiaro si mette in vetrina e per farlo utilizza anche le leccornie della gastronomia locale. Domani, in occasione della sfilata d’auto d’epoca compresa nel programma “La strada degli scrittori”, nel cuore del centro storico di Palma di Montechiaro i turisti saranno accolti dalle massaie locali che presenteranno i “Ricci del Gattopardo”, biscotti di mandorla resi famosi dal romanzo di Tomasi di Lampedusa e che ancora oggi, diversi secoli dopo la vicenda raccontata nel libro, costituiscono l’orgoglio di Palma di Montechiaro. Sono eccellenti quelli prodotti dalle suore di clausura del monastero delle benedettine, ma tante palmesi confezionano dei biscotti che eguagliano quelli delle religiose. Oltre ai “Ricci del Gattopardo” gli chef locali offriranno ai turisti anche il “Timballo del Gattopardo”, un altro prodotto tipico della gastronomia locale, anche in questo caso con un chiaro riferimento letterario. Ad organizzare l’iniziativa sono stati il sindaco Pasquale Amato e l’assessore al Turismo Vincenzo Salerno. “Il Gattopardo ha reso questi nostri prodotti alimentari – dice il primo cittadino – famosi, ma noi abbiamo il dovere di produrli per il mondo. Domenica, alla degustazione preparata in occasione della sfilata delle auto d'epoca sulla “Strada degli scrittori”, in mattinata nel cortile del Palazzo Ducale, facciamoci trovare dagli ospiti di tutta Italia coi nostri biscotti e tante brochure ricordo con riferimenti delle nostre aziende produttrici”. L’occasione è ghiotta per promuovere il territorio. “Continuano i preparativi per la manifestazione – ha aggiunto Pasquale Amato sul suo profilo Facebook - curata dall'assessore Vincenzo Salerno. Contiamo di far bene e dobbiamo riuscirci. È un appuntamento rilevante per la città e per i coinvolgimenti futuri in eventi utili a diffondere l'immagine positiva e promuovere il nostro territorio con le bellezze monumentali e paesaggistiche che può permettersi di offrire. Oltre al timballo ed ai biscotti ricci contiamo di offrire agli ospiti le mille delizie della nostra agricoltura”. Sono numerosi i produttori coinvolti. “Abbiamo ricevuto l’adesione dei palmesi – è il commento dell’assessore Vincenzo Salerno – i quali con entusiasmo hanno accolto la nostra proposta di mettere in vetrina quanto di buono possediamo. Siamo convinti che si tratta di una importante occasione di sviluppo per la nostra comunità”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook