Agrigento, i saluti alla città da Papa Bergoglio

Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. «Buona fortuna e mi saluti l’arcivescovo Montenegro e tutta la città». Il cordiale anticonformismo di Papa Bergoglio, ha lasciato il segno anche questa volta.
Al termine dell’udienza di ieri nella Sala Clementina del Vaticano, il Pontefice ha salutato il sindaco di Agrigento Marco Zambuto chiedendogli di portare i propri saluti dall’arcivescovo di Agrigento Francesco Montenegro conosciuto in occasione della visita dello scorso anno a Lampedusa. Zambuto ha dal canto suo, invitato papa Francesco a venire ad Agrigento nei luoghi dove Giovanni Paolo II lanciò l'anatema contro la mafia quel 9 maggio del 1993 rimasto nella storia.
Marco Zambuto, insieme ad alti cento sindaci dei comuni capoluogo, in rappresentanza dei circa ottomila comuni italiani, è stato ricevuto dal Santo Padre nella sala Clementina in Vaticano, nel corso di un’udienza speciale concessa all’Associazione Nazionale Comuni Italiani.

UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook