Centro storico di Agrigento, a Rabato puliti i cortili e ridipinte le panchine

AGRIGENTO. Panchine e ringhiere ridipinte e pulizia straordinaria di alcuni cortili. Sono iniziate ieri mattina, le Giornate del Rabato, la nuova iniziativa messa a punto dal Comitato di quartiere «Il risveglio del Rabato», insieme ad associazioni culturali LabMura, Nonsostare e Rudere che hanno coinvolto anche i residenti di questo scorcio di centro storico cittadino che abbraccia la via Garibaldi, Santa Croce e una miriade di piccoli cortili,alcuni dei quali versano in stato di abbandono.
Ieri mattina, infatti a partire dalle 10 circa, adulti e ragazzini, hanno indossato magliette e guanti e si sono dati un gran da fare per migliorare le condizioni del quartiere che ha dele criticità non tanto igienico sanitarie, quanto di degrado strutturale e mancanza di interventi in questo senso.
Ripulito, tra gli altri, il cortile Micheloni e alcune strettisisme stradine della zona di Santa Croce, dove gli operatori ecologici non passano spesso, ridipinta l’inferriata della chiesa di Santa Croce e le panchine di via Garibaldi.
Un paio d’ore di lavoro intenso che ha permesso di iniziare al meglio questo ciclo di giornate dedicate al Rabato, un quartiere tra i più antichi della città dei templi, dove oltre quarant’anni addietro, si verificò la frana che ne provocò un parziale ma sostanziale svuotamento urbanistico.
L’iniziativa era stata presentata sabato scorso, nei locali della chiesa di S. Francesco di Paola alla presenza, tra gli altri, di Beniamino Biondi dell’associazione LabMura, don Lillo Terrasi, Carmela Volpe, presidente del Comitato Rabato, Gioele Farruggia, presidente dell’associazione Nonsostare e Luigi Greco, presidente dell’associazione Rudere.
La prossima iniziativa è in programma per domenica prossima quando saranno coinvolti anche gli studenti delle scuole agrigentine. «In quella circostanz a- spiegano gli organizztaori - se il tempo lo permetterà, oltre agli interventi nella zona, è in programma la celebrazione della messa della domenica all’aperto».
Già nelle scorse settimane, il Comitato «Il risveglio del Rabato» aveva dato seguito ad altri progetti come quello di distribuire beni e viveri di prima necessità a famiglie in difficoltà economiche, sia italiani che extracomunitari, che vivono in questa parte del centro storico agrigentino. «Iniziativa - che rassicurano dal Comitato - proseguirà quanto prima».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X