Amministrative, ecco i Comuni agrigentini chiamati al voto

Alle urne andranno Caltabellotta, Naro, Racalmuto e Santa Elisabetta. Al momento non è previsto San Biagio Platani dove è in corso il commissariamento
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Ci sono anche 5 Comuni agrigentini chiamati a rinnovare sindaci e consiglieri nella tornata elettorale dell'Election day. Si voterà infatti, per le amministrative, il 25 maggio contestualmente alle elezioni europee. A stabilirlo è stata la giunta regionale del presidente Rosario Crocetta. La lista è ancora provvisoria. I Comuni che in questo momento andranno certamente al voto sono in provincia di Agrigento: Caltabellotta, Naro, Racalmuto e Santa Elisabetta. Il Comune di San Biagio Platani, non potrebbe essere inserito nell'elenco dei centri che rinnovano le cariche elettive in quanto non risulta firmato il decreto presidenziale di nomina del commissario straordinario. E la corsa è iniziata. A San Biagio Platani il commissariamento è in corso dopo le dimissioni, non più tardi di due settimane fa, del sindaco Filippo Bartolomeo he nelle ultime elezioni aveva trionfato nei confronti dell'uscente Carmelo Alba. Ad aprire la crisi era stato lo stesso sindaco, con una missiva indirizzata al Consiglio, nella quale lo stesso annunciava la volontà di dimettersi dall'incarico. Tutto chiaro, se non per il fatto che poi le dimissioni sono tardate ad arrivare, mentre arrivava la nuova nomina del vicesindaco. La situazione politica ha subito un brusco rilancio in seguito al "licenziamento" in toto dell'ultima giunta comunale. Adesso è iniziata la corsa al toto sindaco. Santa Elisabetta: si candida Gueli. Sostenuto da un ampio schieramento di forze politiche che si rifanno al centrosinistra e rappresentanti della società civile, l'architetto Mimmo Gueli è il candidato a sindaco per le prossime elezioni amministrative. Al termine di una riunione con il sindaco uscente Emilio Militello, dell'attuale vicesindaco Fragapane, dei già sindaci Nino Gaziano e Gigi Milioto e dei segretari delle locali sezioni del Pd, Giovanna Iacono e dell'Udc, Carmelo Albanese, Mimmo Gueli ha accettato la proposta unanime di rappresentare il progetto politico amministrativo e di guidare la lista dei candidati al Consiglio comunale. «Professionista affermato in paese e in provincia, sposato con Maria e padre di Marta, Carola e Calogero, Mimmo Gueli, indipendente, alla sua prima esperienza politico elettorale, con un breve e positivo passato di amministratore locale - si legge in una nota del Pd - rappresenta un valido esempio di impegno civile offerto alla politica». «Tre saranno i pilastri - dice Gueli - su cui poggerò la mia azione politico amministrativa: moralità, sacrificio ,ordine e rispetto delle regole. Un compito, una grande responsabilità, pesante e impegnativa, a cui faro fronte con tutte le mie energie ricercando in ogni modo la collaborazione e soprattutto le migliori intelligenze, competenze e soluzioni che la coalizione e la comunità sabettese potrà e dovrà offrirmi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X