Lavori sulla statale 115, alcune attività isolate: protestano i commercianti a Porto Empedocle

PORTO EMPEDOCLE. «Raccogliamo il grido d'allarme di alcune attività produttive che operano in contrada Ciuccafa, a Porto Empedocle, e siamo pronti a sostenere le loro ragioni». Il presidente e il segretario provinciale della Cna di Agrigento, Mimmo Randisi, e Piero Giglione prendono posizione a seguito delle difficoltà manifestate da un gruppo di esercizi commerciali presenti nell'agglomerato della cittadina, rimasti isolati a seguito dei lavori di ammodernamento che hanno interessato la statale 115. «Siamo contenti che l'arteria in questione, attraverso l'apertura della rotatoria, sia stata messa in sicurezza e il traffico sia scorrevole - aggiungono i vertici provinciali della Cna - ma non possiamo fare finta di niente rispetto ad un rischio molto concreto che le botteghe possano chiudere i battenti. Sono rimaste infatti letteralmente intrappolate. Per intenderci, gli automobilisti in transito non hanno più la possibilità di potere accedere nell'agglomerato. Noi, come Confederazione a tutela degli artigiani e delle piccole e medie imprese, ci rivolgiamo in modo accorato e determinato al Comune di Porto Empedocle e all'Anas affinché, - concludono - facciano la loro parte per scongiurare la chiusura di queste attività».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X