Agrigento, allarme furti di rame: è il nuovo affare per i malviventi

Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Ormai non ci sono più dubbi: e' il business dell'ultimo quinquennio. Anche nell'Agrigentino. I "cacciatori" di rame, districandosi fra stabilimenti abbandonati, fabbriche dismesse, pali dell'illuminazione e della telefonia, riescono a ricavare guadagni importanti. Enormi, invece, i danni per i gestori degli impianti. Il rame, definito non a caso "oro rosso", fa gola in quanto metallo ben quotato e ad alta domanda. E i casi di "razzia" crescono con il trascorrere dei giorni, da Sciacca a Licata, passando per Agrigento e tutti suoi paesini dell'hinterland. Indicativi gli ultimissimi - in ordine di tempo - tre casi: a Grotte e a Castrofilippo. L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook