Rifiuti sulle spiagge ed estate a rischio a Licata, Ncd: Provincia pronta a intervenire

LICATA. La prossima stagione balneare è a rischio. La piena del Salso, di alcune settimane fa, ha portato fino alla foce svariate tonnellate di rifiuti. C’erano interi canneti, carcasse di animali, resti di materiale da costruzione, detriti. Il resto lo ha fatto il mare. Le correnti hanno finito per depositare sulle spiagge gran parte dei rifiuti trasportati dal fiume in piena. Chilometri di arenile sono stati invasi da spazzatura di ogni genere, e considerato che nessuno ha ancora pensato a rimuovere i rifiuti (ma non è impresa facile), soprattutto i titolari di stabilimenti balneari sono terrorizzati dall’idea che le spiagge possano presentarsi in queste condizioni ai bagnanti. Per loro, se non si interviene in tempi brevissimi, una simile situazione sarà devastante. Il rischio è quello di una notevole perdita di posti di lavoro. Gli stabilimenti balneari presenti sulla costa licatese sono ormai molto numerosi, e lavorano tutti. Le spiagge piene di spazzatura, però, finirebbero per cacciare i turisti. Due giorni fa la questione è stata affrontata dai consiglieri comunali del Nuovo Centro Destra che ad Agrigento hanno incontrato Benito Infurnari, commissario straordinario della Provincia. Le indicazioni ricevute, secondo quanto annunciato già la sera di mercoledì dai consiglieri comunali Giuseppe Giarratana, Aurelia Urso e Francesco Moscato, che hanno incontrato Infurnari insieme al commissario cittadino del circolo Angelo Bennici, sono incoraggianti. “Abbiamo spiegato nel dettaglio – scrivono Bennici ed i tre consiglieri del Ncd - il rischio di dissesto idrogeologico che incombe sul nostro litorale, i problemi di natura igienico-sanitaria e l’immane danno economico che hanno subito i tanti stabilimenti balneari in vista soprattutto della stagione estiva. Dopo un’attenta valutazione, il commissario Infurnari si è mostrato assolutamente attento e disponibile a trovare soluzioni immediate, coordinando già un incontro tra il capodipartimento ai Lavori Pubblici di Licata e la stessa Provincia, per una più precisa valutazione dei danni subiti. Rassicuriamo, dunque, tutti i cittadini di Licata: dopo la dovuta perizia tecnica, l’ente Provincia provvederà ad elargire, nel più breve tempo possibile, un utile contributo economico, atto ad affrontare e risolvere concretamente la questione”. Assicurazioni in tal senso sono arrivate, ieri, anche da parte dell’amministrazione comunale. “Il commissario straordinario della Provincia Regionale di Agrigento, Benito Infurnari, ha assicurato – ha annunciato il vice sindaco Angelo Cambiano - che nei prossimi giorni sarà effettuato un sopralluogo per analizzare la situazione delle spiagge del litorale licatese, invase da canne ad arbusti, a seguito della piena del fiume Salso, e delle mareggiate verificatesi nei primi giorni di febbraio. Nel corso del sopralluogo congiunto, che sarà effettuato dai tecnici del Comune e della Provincia, con la presenza di rappresentanti della giunta, saranno concordati gli interventi finalizzati al risanamento”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X