Banda extralarga, Comune di Agrigento e Telecom siglano l’intesa per il nuovo progetto

Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Agrigento sarà fra le prime 100 città italiane e tra le prime in tutta la Sicilia, ad avere una banda extralarga sia fissa che mobile. L’intesa raggiunta dalla giunta comunale presieduta da Marco Zambuto con la Telecom, permetterà di avviare un piano di sviluppo della rete a banda extralarga fissa e mobile che permetterà ai citatdini, si usufruire di questa innovazione tecnologica.
Telecom Italia ha infatti varato un proprio piano di sviluppo della rete a banda ultralarga, sia fissa sia mobile e per lo sviluppo della rete stessa, è stato pianificato un intervento di infrastrutturazione in fibra del territorio italiano articolato in due fasi.
«Concretamente – spiega Zambuto – dopo una prima fase che comporterà qualche disagio per i cittadini, dal momento che saranno coinvolte alcune vie con interventi che comunque precederanno l’avviata opera di bitumatura, si passerà agli allacci delle singole utenze private che saranno in grado di soddisfare una diversa domanda di comunicazione e di informazione diventata sempre più importante per la nostra vita quotidiana».
Nella prima fase, la fibra raggiungerà gli armadi della rete di distribuzione con connessioni da 30 a oltre 50 megabit/secondo, in linea con il primo obiettivo 2020 dell’ Agenda digitale, e questo intervento rappresenterà un utile strumento per testare la domanda e verificare l’interesse per i servizi a banda ultralarga.
«Inoltre - aggiunge il primo cittadino - grazie a innovazioni tecniche che rendono possibile un significativo aumento della velocità trasmissiva, sarà possibile garantire nel prossimo futuro connessioni fino a 100 mbit/s e oltre ad una quota significativa dei clienti. In una seconda fase la fibra potrà raggiungere gli edifici e le singole unità immobiliari». L'intervento in due fasi risponde a criteri di efficienza in quanto portare la fibra ottica fino ad un armadio stradale richiede tempi di installazione e investimenti molto più contenuti rispetto alla posa della fibra fino alle singole unità abitative.
Per quanto riguarda la banda ultralarga su rete mobile, a seguito dell'aggiudicazione delle frequenze nell'asta organizzata dal Ministero dello sviluppo economico e svoltasi lo scorso autunno, Telecom Italia implementerà la propria rete con una nuova tecnologia di quarta generazione.
«Utilizzando per quanto possibile le stazioni radio-base preesistenti e realizzandone, qualora necessario, di nuove - conclude il primo cittadino - Agrigento, ovviamente, rientra tra le città inserite in questo progetto ambizioso».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X