Favara, piove dentro al palasport Giglia: il Comune aggiudica l’appalto

FAVARA. Corsa contro il tempo per ripristinare la copertura del Palasport "Antonio Giglia" dove il prossimo 13 marzo sarà di scena Claudio Baglioni per una delle due tappe siciliane del suo tour (l'altra sede sarà Acireale). Ormai manca appena un mese all'evento canoro e per quella data si dovranno completare i lavori che, per la verità, sono stati già appaltati, anche se non iniziati. Sarà una ditta agrigentina, la società cooperativa "Co.Mat", ad effettuare gli interventi sull'imponente struttura di contrada Pioppo, un vero gioiello della moderna impiantistica sportiva da alcuni anni in lento ma costante deterioramento non essendosi, nel tempo opportuno, tamponate le infiltrazioni delle acque meteoriche che si sono fatte largo attraverso il tendone di copertura squarciato in più parti. La ditta agrigentina si è aggiudicata i lavori avendo effettuato un ribasso del 5,5587 per cento sull'importo di 45 mila euro (iva inclusa) e vincendo, pertanto, la concorrenza di un'altra impresa del capoluogo, la "Azzurra Costruzioni srl". Alla gara, che si è celebrata con il rito della trattativa privata, erano state invitate 5 imprese ma solo due hanno chiesto di partecipare.
Sui ritardi nella riparazione del tetto del Palasport hanno molto da farsi perdonare gli attori della politica locale perché nel novembre di due anni fa, in occasione delle variazioni di bilancio, l'esecutivo propose di impinguare il capitolo relativo alla manutenzione degli impianti sportivi, proposta cassata dalla maggioranza dei consiglieri che stornò i fondi per l'acquisto della segnaletica stradale.
"Al di là dei ritardi e delle polemiche sul recupero del Palasport di contrada Pioppo - dice il sindaco Rosario Manganella - oggi è importante ripristinare l'agibilità della struttura, sicuramente tra le più belle del meridione d'Italia". L'anno scorso dei piccoli interventi tampone furono effettuati da società dello spettacolo e dello sport che lo hanno avuto in gestione per qualche serata al fine di proporre l'esibizione di star della musica italiana (tra le quali i "Pooh") o di svolgere delle competizioni di pattinaggio. In virtù di queste riparazioni è tornato a giocare a Favara il sestetto di pallavolo femminile, la Free Volley, che nei precedenti cinque anni era stato ospite del PalaHamel di Porto Empedocle. Ma le recenti piogge hanno nuovamente messo a rischio le attività sportive che si svolgono sul suo parquet. Ecco allora la necessità di intervenire subito per evitare ulteriori danni alla pregevole struttura.
"La ditta agrigentina - spiega l'ingegnere capo dell'Utc, Alberto Avenia - è pronta per intervenire e se un ritardo c'è stato è perché ha atteso l'arrivo del telo".
Sul Palasport occorrerebbero, comunque, interventi più consistenti per far defluire le acque che la copertura convoglia su alcune superfici piane. Non avendo sfogo si infiltrano attraverso i solai rovinando le pareti e il parquet.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X