Sciacca, primo corso per operatori turistici in città Sono già operativi in alberghi e agenzie

Oltre a Sciacca i Comuni nei quali operano le aziende che hanno aderito all'iniziativa e dunque viene sviluppato il progetto sono Bivona, Siculiana e Salemi

SCIACCA. Una formazione che si collega alle esigenze del territorio. Grazie a un finanziamento regionale di 500 mila euro l'associazione di volontariato "Cinque S onlus" sta formando quaranta operatori del settore turistico e ricettivo nell'ambito del progetto "Green Future". I giovani che partecipano sono già impegnati nella fase del tirocinio in alberghi, B&B e agenzie viaggi di Sciacca e di alcuni Comuni della zona. A loro è già stato riconosciuto il titolo di tecnico delle attività ricettive e formative. L'associazione è adesso impegnata in un'attività di coordinamento, che cura dal quartier generale della cooperativa Arcobaleno, nella struttura da poco inaugurata in via Trieste. "Il progetto e la formazione dei destinatari nel settore turistico e ricettivo - dice Lia Taormina, presidente dell'associazione - non solo si configurano quale linea di intervento chiave per le politiche sociali territoriali, ma risultano assolutamente efficaci in termini di fabbisogni formativi degli utenti perché nascono da una reale esigenza del tessuto produttivo ed economico della zona". Dell'equipe che segue i partecipanti fanno parte un direttore di progetto, uno psicologo, un assistente sociale e un sociologo. La prima fase è stata svolta con formazione in aula, mentre adesso i giovani sono impegnati nel tirocinio nelle aziende. "Ad oggi - dice Francesca Interrante, sociologa che fa parte dello staff del progetto - i ragazzi sono impegnati nella terza fase, quella del work experience, con un'esperienza di lavoro che consente loro di sperimentare ciò che hanno appreso nel percorso formativo. Il gruppo di lavoro - continua - ha coinvolto circa venti aziende del territorio e l'esperienza si sta rivelando davvero entusiasmante sia per i ragazzi che per le aziende coinvolte le quali in alcuni casi hanno già palesato l'idea di assumere i giovani corsisti. Nell'ultima fase progettuale - conclude - un gruppo di lavoro composto da un consulente d'impresa, un esperto di sviluppo locale ed un sociologo si occuperanno di sostenere i giovani beneficiari in una eventuale costituzione d'impresa e attiveranno uno sportello di consulenza itinerante nei territori coinvolti nel progetto". Una quota del finanziamento regionale previsto dal progetto, che si concluderà nel prossimo mese di giugno, è destinata a consentire ai corsisti di avviare una propria attività. Oltre a Sciacca i Comuni nei quali operano le aziende che hanno aderito all'iniziativa e dunque viene sviluppato il progetto sono Bivona, Siculiana e Salemi. L'associazione "Cinque S" opera anche con altre attività a cominciare dal sostegno alimentare a famiglie poco abbienti. Sono circa 500 le famiglie che, mensilmente, ricevono 1400 chili di prodotti. Svolge anche attività di segretariato sociale con servizio di accompagnamento urbano ed extraurbano per disabili, anziani e persone sole anche su segnalazione dei Servizi sociali del Comune. La sede di via Trieste è stata realizzata per ospitare un centro diurno per anziani, ma in una prima fase accoglie tutte le attività svolte da una sessantina di operatori della cooperativa sociale "Arcobaleno" che gestisce la struttura. La cooperativa assiste anche disabili psichici e minori. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X