Balsamo, la Procura ha chiuso le indagini: E oggi l’opposizione a Licata chiederà le dimissioni

LICATA. La procura di Agrigento ha notificato ieri sera l’avviso di conclusione delle indagini ai quattro indagati per la vicenda dell’incidente stradale che, secondo l’accusa, sarebbe stato ”truccato” per far ottenere ad un soggetto un risarcimento danni che non gli spettava. L’avviso di conclusione delle indagini è stato notificato al sindaco Angelo Balsamo, a Francesca Bonsignore, a Mary Ann Casaccio ed a Carmelo Malfitano. Balsamo si trova agli arresti domiciliari dallo scorso 13 gennaio, Francesca Bonsignore ha l’obbligo di presentazione al commissariato di polizia, mentre gli altri due indagati non sono sottoposti ad alcuna misura. Il provvedimento porta la firma del procuratore capo di Agrigento Renato Di Natale, del procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e del pm Salvatore Vella. Ora i magistrati decideranno, entro 20 giorni, se chiedere il rinvio a giudizio per gli indagati o se disporre il giudizio immediato. Qualora dovessero decidere per questa seconda opzione non ci sarebbe udienza preliminare. Intanto il Partito Democratico, coordinato dal segretario cittadino Massimo Ingiamo, ha convocato per stasera una riunione di tutta l’opposizione, durante la quale, verosimilmente, verrà ribadita la richiesta di dimissioni del sindaco in carica. “La riunione servirà a discutere – si legge nella nota diffusa ieri da Ingiaimo - della situazione politica ed amministrativa cittadina a seguito della conferma degli arresti domiciliari al sindaco Angelo Balsamo”. All’incontro di oggi, oltre ai gruppi consiliari di opposizione, sono stati invitati a partecipare tutti gli organismi cittadini che non fanno parte della coalizione che in occasione delle amministrative dello scorso mese di giugno ha sostenuto il sindaco in carica. Pare perlomeno probabile che l’opposizione consiliare, così come ha già fatto in almeno un paio di occasioni da quando Balsamo si trova ai domiciliari, torni a sollecitare il capo dell’esecutivo a rassegnare il mandato. Al termine della riunione sarà stilato un documento con il quale i presenti esporranno la loro posizione. Intanto saranno depositate a breve, probabilmente entro la fine della settimana, le motivazioni dei giudici del Tribunale del Riesame di Palermo che lunedì scorso, pur accogliendo in parte il ricorso presentato dai legali, hanno confermato gli arresti domiciliari per il sindaco Angelo Balsamo. Da lunedì scorso, quando il Riesame ha depositato la decisione sul ricorso che era stato discusso in aula il giovedì precedente, il Tribunale ha a disposizione dieci giorni per depositare le motivazioni. Perciò pare probabile che il deposito avvenga prima della fine della settimana. I legali del primo cittadino, gli avvocati Antonino Gaziano e Roberto Tricoli, attendono di conoscere le motivazioni della decisione per preparare un ricorso alla Corte di Cassazione di Roma.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X