Il Comune di Agrigento sequestra 18 auto non assicurate: per la custodia paga 16 mila euro di posteggio

Il ministero dell'Interno ha disposto che l’anticipo delle spese di custodia disposte dai vigili urbani spetta al proprio ente
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Auto sequestrate perché senza copertura assicurativa ed abbandonate dai proprietari. Paga il Comune, e neanche poco, per aver fatto rispettare la legge, quella imposta dal codice della strada.
Il Municipio di Agrigento ha impegnato complessivi 16.008, 04 euro per pagare la custodia dei 18 veicoli sequestrati. Fondi che sono stati "prenotati" sul capitolo del bilancio "proventi rimozione coatta auto". Fra il 2003 e il 2009, la polizia municipale - fra le tante altre - ha sequestrato 18 autovetture perché sprovviste di copertura assicurativa. Il comando della polizia locale non ha locali idonei per custodire questi mezzi che, pertanto, sono stati affidati, in custodia giudiziale, ad una ditta/deposito che ha la convenzione con il ministero dell'Interno. I proprietari di queste vetture, contrariamente a molti altri, non si sono premurati d'andare a pagare 6 mesi d'assicurazione, esibendo il talloncino ai vigili urbani, né di pagare il verbale di 841 euro. Troppe spese, probabilmente, in considerazione del valore economico del mezzo. E per questo, le hanno abbandonate al deposito giudiziario.
Il ministero dell'Interno, con una apposita circolare, ha chiarito che "per i sequestri effettuati dagli organi della polizia municipale, la competenza all'anticipo delle spese di custodia deve ritenersi a carico del relativo ente di appartenenza".


IL SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X