Agrigento, in appalto il servizio della "Pet Therapy": ne potranno usufruire 60 disabili

AGRIGENTO. Proseguiranno lunedì 20 gennaio alle 10,30 le operazioni di gara, in seduta pubblica, per l’esame dell’offerta economica relativa all’affidamento del servizio “Pet therapy” promosso dal Comune di Agrigento nell’ambito del piano di zona (legge 328/2000) area di intervento “disabilità”. L’apertura delle buste si terrà nella stanza del dirigente del settore terzo, “Servizi alla persona”. II progetto intende contribuire al miglioramento della qualità della vita dei pazienti coinvolti e delle loro famiglie attraverso attività, terapie ed educazione assistite con l'ausilio di asini, cavalli, cani, capre e animali da cortile di una fattoria didattica e sociale sita nel territorio del distretto o nei distretti socio sanitari limitrofi. Gli operatori dovranno agire in equipe nelle aree: cognitiva, psico - sociale, del linguaggio, fisico - riabilitativa, ludico - ricreativa, educativo - didattica. Il progetto intende affrontare le problematiche della disabilità con un approccio solistico innovativo, al fine di realizzare percorsi terapeutici, riabilitativi e di integrazione sociale, oltre che di rottura della routine quotidiana di persone svantaggiate, valorizzando le risorse agricole e ambientali usando come set una fattoria didattica. Il progetto è articolato nelle in fasi operative: pianificazione e organizzazione partenariato. L’aggiudicatario dovrà pianificare i contatti con l'Asp e le associazioni delle famiglie dei disabili del distretto socio sanitario D1, i
contatti con i Comuni che promuoveranno l'intervento e raccoglieranno le istanze; messa a punto delle date di avvio del servizio e di tutti gli incontri da realizzazione in fattoria; pianificazione in fattoria del set per gli incontri. I destinatari saranno circa 60 disabili psico- fisici adulti e minori dei Distretto socio sanitario D1. II loro coinvolgimento verrà effettuato tramite avviso pubblico uguale e contestuale per tutti i Comuni del distretto D1 e le istanze su apposito modello di istanza verranno accolte dai singoli Comuni e poi inviate al distretto. Il gestore provvederà all'allestimento e distribuzione di brochure e volantini divulgativi. Nel progetto si intende giungere all’obiettivo di sviluppo delle attività di socializzazione, conoscenza del set (fattoria, animali, piante, attività); avvio delle attività di interazione con l'animale e, dov'è possibile grazie alla motivazione delle attività di gioco e relazione con l'animale, svolgimento di attività riabilitative o terapeutiche modulate sul contatto con l'animale. Queste attività si svolgeranno tutte in fattoria con la presenza costante degli operatori di Pet Therapy, a carico della ditta aggiudicataria, il cui monte ore sarà interamente dedicato alla presa in carico degli utenti, allo svolgimento degli incontri degli utenti con gli altri utenti e gli animali la presenza, da modulare in base ai gruppi e alla durata degli incontri, dello psicologo della ditta aggiudicataria che poi curerà anche il monitoraggio. Ogni gruppo omogeneo per età, disabilità, sarà formato da 5 o al massimo 8 persone disabili, saranno presenti a ogni incontro 2 gruppi di utenti (15 minimo, 24 utenti massimo per gruppo), ognuno seguito da un operatore di pet therapy. Ogni gruppo realizzerà circa 21 incontri per ogni anno in fattoria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook