Cimitero di Canicattì, concessioni non rinnovate Sono migliaia le sepolture «abusive»

CANICATTI'. All'interno del cimitero comunale vi sarebbero migliaia di loculi per i quali è scaduto da tempo, senza alcuna richiesta di rinnovo da parte dei familiari o degli eredi , il termine di concessione della durata di 25 anni. A sollevare il caso è stato il consigliere comunale del Partito Democratico Antonio Maria, tra i più interessati ed attenti conoscitori delle vicende che riguardano il camposanto comunale, che ha portato all'attenzione dell'opinione pubblica la situazione riguardante i mancati rinnovi delle concessioni dei loculi. La procedure prevista dal regolamento prevede che gli spazi venduti dal comune per la sepoltura dei defunti vengano dati in concessione per un periodo di 25 anni raggiunto il quale i familiari o, in casi di morte datata nel tempo, gli eredi debbano richiedere il rinnovo della concessione pagando un decimo di quanto versato alle casse comunali in occasione del primo acquisto del loculo.


IL SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X