Misure anti randagismo a Canicattì, stanziati centomila euro

Agrigento, Archivio

CANICATTI'. È stata confermata dall’amministrazione comunale, nonostante i tagli messi in atto in altri settori, la cifra messa a disposizione per il potenziamento del servizio di accalappiamento dei cani randagi.
L’amministrazione comunale ha messo a disposizione per il servizio anti randagismo la somma di centomila euro, confermando così quanto speso lo scorso anno, in attesa di avviare operativamente il progetto di realizzazione del rifugio sanitario al Foro Boario. «Abbiamo voluto confermare la cifra degli anni passati - ha spiegato l’assessore comunale al Verde Pubblico Vincenzo Guarneri - per dare continuità al servizio che sta dando, nonostante tutto, buoni risultati.
Il numero dei cani randagi presenti sul territorio è diminuito, infatti, grazie alla presenza più costante degli operatori addetti al servizio». In concomitanza con questa importante decisione sono partiti i controlli interforze, promossi dall’amministrazione comunale in collaborazione con le Guardie Venatorie e altre forze di polizia che operano sul territorio. In particolare, nei giorni scorsi in contrada Rinazzi una squadra composta da esponenti della Polizia Locale, Guardie Venatorie e Zoofile ha operato un controllo straordinario alla ricerca dei cani randagi segnalati nelle scorse settimane da quanti vivono nella zona residenziale della città».
«Oltre ai servizi che verranno assicurati con le somme in bilancio - ha concluso l’assessore Guarneri - rafforzeremo i controlli interforze per stanare quanti utilizzano le contrade periferiche per abbandonare cuccioli che vanno ad alimentare il fenomeno del randagismo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook