Edificio da mettere in sicurezza a Canicattì Ma gli eredi da «convincere» sono 29

CANICATTÌ. La comproprietà di 29 eredi in un immobile di via Trapani sembra renderne impossibile la messa in sicurezza nonostante le diverse ordinanze adottate dall'amministrazione comunale.
Dopo diverse segnalazioni dei residenti nella zona in pieno centro storico sono stati effettuati i necessari sopralluoghi del personale dell'ufficio tecnico comunale e della polizia locale. Sulla scorta di questi accertamenti è risultato che l'immobile è pericolante e che quindi occorre provvedere alla messa in sicurezza a tutela dell'incolumità pubblica e privata. I proprietari non hanno individuato e quindi sono state emesse due nuove ordinanze nel 2010 e nel 2011 ancora disattese.
Il nuovo responsabile dell'ufficio tecnico comunale ha quindi emesso un'ultima ordinanza nella quale, identificati i 29 comproprietari dello stabile eredi di quattro diversi comproprietari, sancisce che "dopo l'ultimo sopralluogo l'immobile necessita di immediata demolizione" e che per realizzarlo il Comune di Canicattì si sostituirà ai comproprietari procedendo al transenna mento della zona e quindi all'abbattimento dello stabile con recupero della spesa necessaria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X