Ribera, un black out durato tre anni: ritorna la luce in un intero quartiere

Agrigento, Archivio

RIBERA. Luce doveva essere e luce, finalmente, fu, chiudendo una storia di ordinaria burocrazia e di pubblico disservizio che si è trascinato per oltre tre anni in una delle zone più popolose della città di Ribera: quella che insiste tra il centralissmo corso Margherita, arteria che taglia quasi tutto il centro città, e piazza Matteotti, sede di svolgimento del mercatino settimanale. Nella zona è saltato l’impianto di pubblica illuminazione di Spiazzo Margherita e così numerosi ”funghi” elettrici collocati per illuminare il sito sono rimasti completamente al buio. «È stato davvero incredibile - dice un anziano che abita in una delle palazzine - restare per così lungo tempo nelle condizioni in cui ci hanno lasciato per lunghi mesi e anni. È stato problematico la sera rincasare, a parte i pericoli legati alla microcriminalità agevolata da condizioni di buio». I residenti sono andati più volte a bussare in Municipio per chiedere un intervenmto dell’Amministrazione comunale, dell’assessore ai Lavori pubblici del tempo Baldassare Tramuta in particolare che ha cercato di darsi da fare per risolvere il problema, rimasto, però, irrisolto per motivi diversi, mentre nel frattempo il Comune ha affidato la gestione degli impianti di pubblica illumninazione alla «Gemmo», che in altre zone è potuta intervenire, come nella zona dell’abbeveratoio, ma che nella zona dello Spiazzo Margherita ha avuto difficoltà a operare per effettuare gli scavi necessari e per ripristinare il servizio. Recentemente è stato tenuto un incontro in Municipio alla presenza dle nuovo assessore ai Lavori pubblici Tomnaso Pedalino di «Articolo 4», il quale ha convocato la ditta «Gemmo» per avere chiarimenti sul buio di Spiazzo Margherita. In quella sede si è appreso che le difficoltà ad intervenire in passato erano legate una volta alla mancanza di un trattore che doveva mettere a disposizione il comune, poi di un cingolo del trattore che non si riusciva a trovare. Poi ancora alla mancanza di una somma di circa 3 mila euro, mentre i residenti hanno chiesto che finisse questa sorta di telenovela. Adesso è arrivato l’atteso intervento della «Gemmo» che ha effettuato lo scavo necessario in corso Margherita e ha così fatto ritornare l’illumninazione pubblica nello ”spiazzo”. Chiuso questo capitolo nella zona altri siti restano ancora pericolosamente al buio, soprattutto dalle parti della via Orfanotrofio e via Venezia. Anche in questo caso si conta in tempi brevi, a seguito dei lavori avviati, di chiudere il cerchio e far tornare l’illuminazione richiesta a gran voce dai residenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X