Agrigento, rette di ricovero per tre milioni

All'inizio dell'anno in corso sul capitolo di spesa era stata inserita la somma di 2.000.000 di euro per il pagamento
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Ammonta a 3 milioni e 200 mila euro la spesa relativa al ricovero di anziani, minori, disabili, gestanti e ragazze madri ed affido minori che il Comune di Agrigento ha dovuto inserire nel bilancio del 2013. La previsione di spesa per i ricoveri di minori disposti dall'autorità giudiziaria, per l'ottanta per cento è posta a carico della Regione Sicilia. All'inizio dell'anno in corso sul capitolo di spesa era stata inserita la somma di 2.000.000 di euro per il pagamento delle rette di ricovero di anziani, disabili psichici, gestanti e ragazze madri e di 500.000 euro per ricoveri di minori disposti dall'autorità giudiziaria e affido minori. Da una ricognizione aggiornata risulta che il fabbisogno relativo alle rette di ricovero in atto non è sufficiente e quindi è stato necessario impinguare i stessi capitoli con un aumento di 410 mila euro per il primo servizio e di 290.000 euro che per quanto riguarda l'aumento del capitolo sul ricovero di anziani,disabili, gestanti e ragazze madri disposti dall'autorità giudiziaria. La spesa per il ricovero degli anziani, in tutto 48, ammonta a 720 mila euro ed è così ripartita: Istituto "Zirafa" (anziani 8), 72.000 euro; istituto "Parnaso" (anziani 2) 13.000 euro; istituto "Villa Betania" (30 anziani) 495.000 euro; istituto "Co.ss" (7 anziani) 100.000 euro; "Esperia" un anziano 20.000 euro. La spesa per il ricovero dei disabili è così ripartita: San Domenico Savio - Van Gogh (108.927 euro), San Domenico Savio - Ligabue (173,544), Suami (59.905), Isola felice 1/2e 3 (120.795), Pozzo di Giacobbe (77.034), Villa degli angeli (138.001), La mano amica (72.796), Cottolengo (36 mila), Girasole (252.663), Madre Teresa (135.735), Serena (9.100), Serena accoglienza (52.975), Mondi vitali (21.762), Esperia (178.510), Raggio di sole (74.596), Sanitaria Delfino (49.015), Primula (10.909) e Millecolori (27.985). Per un totale di 1.600.258 euro. Per quanto il ricovero in atto delle gestanti e ragazze madri disposta dall'autorità giudiziaria il fabbisogno per l'anno 2013 è di 110.000 per le case di accoglienza: Cooperativa Quadrifoglio Palazzo Sacco; cooperativa Quadrifoglio Miriam; istituto Walden; società Etnos. Per il ricovero in atto dei minori disposto dall'autorità giudiziaria, il fabbisogno relativo all'anno 2013 è stato di 292.865 euro per il primo semestre, e di 414.779 per i mesi da giugno a dicembre, per un importo complessivo di 707.654,35 euro di cui 1'80 a carico della Regione Sicilia da prevedere nel redigendo Bilancio di previsione. Per quanto concerne l'affido dei minori a nuclei familiari disposti dall'autorità giudiziaria la spesa per l'anno 2013 ammonta a 80.000 euro. La proposta, che ha trovato il parere favorevole dei funzionari comunali, è stata presentata dal dirigente del settore Servizi sociali e servizi alla persona. Contro il provvedimento potrà essere ammesso ricorso da presentare al Tar o al presidente della Regione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook