Scuola, ad Agrigento sarà massiccia l’adesione allo sciopero

AGRIGENTO. La scuola agrigentina aderisce alla manifestazione di protesta contro la legge di stabilità organizzata dai sindacati per il prossimo 15 novembre. I professori sciopereranno nell'ultima ora di servizio negli istituti.


Il segretario provinciale della Uil scuola di Agrigento, Emanuele Arcadipane, infatti, ha inviato una lettera ai dirigenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado del territorio con la quale preannuncia la manifestazione di protesta con la legge di stabilità che penalizzerà molto il comparto scuola già da tempo disastrato per i continui ed assurdi tagli.


"Per la scuola una doppia penalizzazione e una ingiustizia inaccettabile - è il giudizio del segretario della Uil Scuola - dopo l'approvazione della legge di stabilità. Nel documento di bilancio del Governo si dà seguito a quanto approvato dal Consiglio dei ministri ad agosto. Questo vuole dire, non solo retribuzioni ferme - spiega Arcadipane - ma anche, blocco degli aumenti per anzianità, già finanziati, previsti dal contratto vigente. In sostanza, dietro articoli e commi, c'è la decisione del Governo di prendere 300 milioni destinati alle retribuzioni degli insegnanti e del personale della scuola e di destinarli ad altre spese un modo di operare che contrasta con la tanto dichiarata attenzione per chi insegna e fa funzionare la scuola che si dibatte tra mille difficoltà. A pagare non possono essere sempre i soliti". V.A.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook