Canicattì, pochi mezzi per la raccolta Guarneri:«Nuova emergenza rifiuti»

Agrigento, Archivio

CANICATTI'. Ad un mese esatto dalla sparizione dal panorama regionale degli Ato che hanno lasciato spazio per il momento ad una situazione di grande confusione ed incertezza sul futuro del settore dei rifiuti, lo scenario in città da qualche giorno é tornato ad essere molto preoccupante. La raccolta dei rifiuti infatti procede molto a rilento a causa di alcuni problemi che sono sorti nella gestione del servizio e legati alla rottura di due mezzi preposti alla raccolta che ha provocato un rallentamento nell'espletamento delle attività. A farne le spese, naturalmente, sono i cittadini costretti a convivere con una situazione di piena emergenza che diventa ancora più grave in considerazione del fatto che l'accumulo dei rifiuti avviene in maniera indiscriminata su tutto il territorio, anche nei pressi di luoghi frequentati da bambini. Come ad esempio in via De Gasperi, nei pressi della scuola elementare De Amicis, dove per diversi giorni i bambini ed i loro genitori per giungere a destinazione hanno dovuto evitare cumuli di spazzatura che si era accumulata ai piedi dei cassonetti stracolmi a causa della mancata raccolta da parte degli autocompattatori. Oltre al problema dei rifiuti non raccolti alla luce dei problemi ai mezzi preposti vi é quello dei cartoni, anche loro abbandonati lungo le strade e che dovrebbero essere prelevati da specifici mezzi per essere successivamente avviati alla differenziata. Ma anche questi, vista proprio la necessità di sostituire i mezzi non funzionanti, sono accatastati da giorni per le strade della città.
«É innegabile che vi sia una situazione di grave emergenza - ha dichiarato l'assessore al Verde pubblico Vincenzo Guarneri -. La gestione commissariale, che sostituisce l'Ato, sta cercando di ovviare a questi problemi ma é evidente che fino a quando non si farà chiarezza su come i comuni devono muoversi sul fronte dei rifiuti le città saranno alle prese spesso con situazioni come quelle presenti a Canicattì in questi giorni».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X