Casteltermini, cade in un dirupo: col cellulare riesce a chiamare aiuto

CASTELTERMINI. Cade in un dirupo in contrada Ferro e rimane bloccato, senza alcuna via di scampo. Grazie al telefonino cellulare che aveva in tasca, riesce a chiamare i soccorsi. Vigili del fuoco e carabinieri, per oltre quattro ore cercano, disperatamente, di portarlo in salvo.


Alla fine, soltanto a mezzanotte – fra giovedì e ieri – e grazie all’intervento del gruppo speleologi dei vigili del fuoco di Caltanissetta, un cacciatore di 49 anni di Favara è riuscito a ritornare a casa propria. Non prima di essere portato, in via precauzionale, all’ospedale, dove i medici hanno accertato che il quarantanovenne stava bene. Era fortemente scioccato, ma stava bene.


Stando alla ricostruzione dei militari dell’Arma della compagnia di Cammarata – che è coordinata dal capitano Vincenzo Bulla – il cacciatore di Favara aveva raggiunto contrada Ferro, a Casteltermini, per una battuta di caccia. Probabilmente, poiché inesperto della zona montana, ha messo in fallo un piede e per questo motivo è scivolato lungo un dirupo. Non è rimasto gravemente ferito, ma non riusciva, dove era finito, a ritrovare la strada per tornare indietro, né tanto meno per proseguire innanzi. Ecco, dunque, che il telefono cellulare che aveva con sé si è rivelato preziosissimo.


Lui stesso ha chiamato i soccorsi. Il resto lo hanno fatto i carabinieri e i vigili del fuoco che, dopo diversi tentativi andati a vuoto, hanno deciso di chiamare il gruppo degli speleologici di Caltanissetta. Il quarantanovenne è stato così imbracato e portato in salvo. C.R.  
 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X