Tragedia Lampedusa, recuperati altri tre corpi: "Bimbi tenuti a galla dagli altri naufraghi"

Agrigento, Archivio

PORTO EMPEDOCLE. Altri due corpi sono stati recuperati questa mattina dai sommozzatori dentro il barcone naufragato vicino Lampedusa, che ha provocato la morte di circa 360 persone. Il bilancio è ancora provvisorio. Intanto i quattro bimbi sopravvissuti al naufragio in acque Sar di Malta, giunti a Porto Empedocle, sono stati salvati dagli altri naufraghi. I siriani che erano in acqua e che sapevano nuotare sarebbero riusciti ad afferrarli e a tenerli a galla fino a quando non sono arrivati i soccorsi.

Il comandante della nave della Marina militare Libra, Catia Pellegrini dice: «I bambini che avevamo a bordo sono quattro. Tre fratellini, di cui due gemelli che sono più grandicelli, forse due o tre anni, e il fratellino più piccolo che non credo arrivi neanche all'anno di vita». «I fratellini più grandi, per tutto il viaggio, hanno avuto grande istinto di protezione nei confronti del più piccolo, si preoccupavano di lui non appena qualcuno gli si avvicinava - continua - Dei loro genitori non sappiamo nulla, mentre la madre del quarto bimbo sembra fosse sulla zattera soccorsa e portata a Malta».

RECUPERATO UN ALTRO CORPO.
Un altro corpo è stato recuperato dai sommozzatori nella acque antistanti l'isola dei Conigli a Lampedusa dove il 3 ottobre è naufragato un barcone con oltre 500 persone. Con l'ultimo recupero il bilancio ufficiale e provvisorio sale a 364 vittime.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X