Sviluppo del turismo, a Licata approdano i crocieristi

Agrigento, Archivio

LICATA. Finalmente le navi da crociera fanno tappa a Licata. Ieri si è fermato in rada, appena fuori dal porto, un natante di una compagnia tedesca che aveva a bordo 335 passeggeri della stessa nazionalità. La nave, di ben 22.500 tonnellate, si è fermata in rada perché il “pescaggio”, pari a 6,20 metri, è superiore a quello del porto che si ferma a quota 5,80 metri.


Giunta a ridosso della costa nelle prime ore del mattino ha avuto luogo il trasbordo, a cura dell’equipaggio composto da ben 276 metri, dei passeggeri che, con dei tender, sono stati trasportati fino alla banchina Marinai d’Italia del porto commerciale. Qui, ad attendere i turisti, c’erano degli autobus con i quali l’intero gruppo è stato accompagnato ad Agrigento per visitare la valle dei templi e trascorrervi buona parte della giornata. Nel tardo pomeriggio i turisti tedeschi sono stati riaccompagnati al porto e con i tender sulla nave da crociera che intorno alle 21, al termine della cena, ha levato le ancore.


A sovraintendere a tutte le operazioni sono stati i militari della guardia costiera, coordinati dal comandante, il tenente di vascello Luca Montenovi. Intanto da qualche giorno è ormeggiata nella banchina principale della darsena centrale del porto un’altra nave da crociera, più piccola di quella tedesca, battente bandiera maltese. Anche in questo caso sul natante c’è un nutrito numero di turisti che ha deciso di visitare Licata. Ed in effetti ieri in tanti, armati di fotocamere, a piedi hanno percorso le vie del centro storico ed osservato i principali monumenti. La presenza delle due navi rappresenta, indubbiamente, una buona notizia per lo sviluppo turistico di Licata. A.Au.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook