Agrigento, confiscati 5 milioni di beni al boss defunto

AGRIGENTO. I giudici della sezione misure  di prevenzione del tribunale di Agrigento hanno disposto la  confisca dei beni, sequestrati 3 anni fa, di Arturo Messina,  boss di Villaseta, frazione di Agrigento, deceduto nel 2008. Il  provvedimento riguarda conti correnti, terreni, fabbricati e  un'avviata attività aziendale, dal valore stimato di circa 5  milioni di euro, finiti nella disponibilità degli eredi. Arturo  Messina era stato condannato con sentenza definitiva per  estorsione continuata in concorso e all'ergastolo per omicidio e  associazione mafiosa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook