Il caso delle villette dei vip di Realmonte, la società: «Atti tutti da valutare»

Dopo avere ricordato che il piano di lottizzazione dell’area è stato regolarmente approvato

REALMONTE. Ancora cemento e polemiche sulle "ville vip" in costruzione sulla scogliera bianca tra Scala dei Turchi e Lido Rossello. La società Comaer Immobiliare srl, che sta realizzando il complesso residenziale finito al vaglio di un'inchiesta della procura della Repubblica di Agrigento, ha diffuso una nota per "replicare alle denunce di alcuni ambientalisti già sfociate nello stop ai lavori da parte della Soprintendenza ai beni culturali e ambientali di Agrigento". Dopo avere ricordato che il "Piano di lottizzazione denominato Il Borgo della Scala dei Turchi, è stato regolarmente approvato con delibera del consiglio comunale di Realmonte il 23 ottobre del 2008", la Comaer osserva: "Corre l'obbligo di precisare che la società ha nella immediatezza autosospeso i lavori del cantiere, non appena è stata data comunicazione dai media di sospensione da parte della soprintendenza di Agrigento e successivamente dal comune di Realmonte, seppure non le fosse stata fatta formale notifica. A seguito di formali richieste e di conseguenti procedimenti amministrativi, conclusi con il rilascio dei permessi di costruire, giusti propedeutici pareri e autorizzazioni le ultime delle quali rilasciate lo scorso febbraio, la società - prosegue la nota della Comaer - sta già provvedendo alla predisposizione della documentazione richiesta, al fine di produrla tempestivamente, per concorrere con le autorità preposte ed interessate alla verifica, dell'operato dell'azienda. Sempre a fini cooperativi e di trasparenza, la società - conclude la nota rilanciata dall'Ansa - si dichiara fin d'ora anche disponibile a procedere in contraddittorio con le autorità competenti, alla verifica dello stato dei luoghi rimanendo a disposizione, per qualsivoglia chiarimento". Il caso delle "ville vip" sulla costa di marna tra Scala dei Turchi e Lido Rossello destinata a diventare "sito di importanza comunitaria" è scoppiato qualche settimana fa dopo la pubblicazione, sulla fanpage facebook di Mareamico Agrigento, delle foto dei primi due immobili di un progetto che ne prevede venticinque. Ville con piscina e vista mozzafiato da un milione di auro ciascuna, alcune già prenotate da personaggi famosi del mondo dello sport, dello spettacolo e della politica. Subito è scattato il tam tam mediatico, aperta un'inchiesta dalla Procura, disposta un'ispezione dalla Regione, presentata una denuncia di Legambiente, promosso un sit-in di protesta. Adesso la replica della Comaer: "E' tutto a norma di legge".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook