Chiamare un taxi? Ora è un calvario: al piazzale Rosselli di Agrigento non c’è il telefono

Nel capoluogo non c’è la chiamata radio, lo «stallo» è alla Stazione, che è diventata vietata al transito auto
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Albergatori e tassisti non riescono a parlarsi dopo le nove di sera. Dagli alberghi chiamano, ma nessuno risponde. E' successo ancora una volta ad Agrigento. Una coppia che alloggiava in un B&B della Valle dei templi voleva spostarsi in centro, hanno chiamato più volte il numero fisso ma nessuno ha risposto. Nella città dei templi non esiste il radiotaxi, ma come in tante altre città d'Italia ci sono degli stalli con il telefono fisso. In passato erano almeno due, uno a Piazzale Aldo Moro e l'Altro davanti la Stazione Centrale. Oggi i tassisti sono drasticamente diminuiti; nell'ultimo periodo sono scesi da circa venti a dieci. Troppo pochi per una città turistica? Non si direbbe a sentire le loro ragioni. La crisi, la mancanza di un turismo stanziale, il caro carburanti, la pressione fiscale, ma anche e soprattutto il taglio di tante corse di treni di diversa percorrenza, che prima, assicuravano un maggior traffico alla Stazione. Non solo. A loro giudizio, adesso anche il colpo di grazia. Cioè la trasformazione della piazza, che non esiste più. I tassisti agrigentini, quelli che ancora resistono, sono amareggiati: «La sera - dicono - non c'è più anima in giro e alla stazione non si vede turista anche per intere giornate. Delle volte se riusciamo a racimolare venti trenta euro al massimo possiamo ritenerci soddisfatti, altri giorni chiudiamo con zero corse giornaliere».
Per questo motivo alcuni di loro preferiscono spostarsi nella zona di Piazzale Rosselli, qui, considerato che molti utilizzano i bus che garantiscono collegamenti con gli aeroporti, c'è un maggiore flusso di gente, ma non c'è il totem per il telefono. Incredibile che dopo aver realizzato la nuova stazione degli autobus nessuno abbia predisposto questo servizio.
«Al momento l'unico numero attivo è a Piazza Marconi - replicano dal Comune di Agrigento - per istallarne un altro bisognerà valutare bene».
Stando così le cose, se la gente chiama, anche la notte, bisogna contattarli ai cellulari. Gli albergatori e i gestori di B&B a questo punto dovrebbero fornirsi dei numeri dei tassisti, perché loro, pur di lavorare e portate il pane a casa, sono disposti ad assicurare il servizio anche di notte.
Nel frattempo dal Comune, bisognerà pensare a una nuova riorganizzazione del servizio. Istallare un altro telefono a Piazza Rosselli, sarebbe già un passo avanti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X