Sciacca, dieci progetti per cantieri di servizio Verranno assunti cento lavoratori

SCIACCA. L’assessore comunale ai Servizi a Rete, Gianluca Guardino, accelera sui cantieri di servizio. Dopo avere annunciato che a breve saranno rese note attraverso il sito internet del Comune le modalità per la presentazione delle istanze, da parte di soggetti disoccupati e inoccipati, ha convocato per mercoledì prossimo, 4 settembre, i dirigenti comunali per definire i progetti.


«Possiamo presentare alla Regione - dice Guardino - venti progetti, ma ritengo che ci concentremo su dieci, mirati soprattutto a lavori di pulizia, bonifica, risanamento ambientale. Attraverso quest’iniziativa - dice l’assessore - vogliamo contribuire a dare un’immagine migliore della città. Lo faremo con servizi di scerbatura, spazzamento, potatura alberi, ma anche bonifica e risanamento di aree. E poi - aggiunge Guardino - si potranno prevedere progetti anche per altro genere di servizi, a carattere sociale».


Un risvolto occupazionale per chi riuscirà ad inserirsi in questi cantieri, per i quali sarà stilata una graduatoria, ma anche un beneficio per la città che potrà vedere migliorata la propria immagine e la pulizia soprattutto in determinate aree che spesso si caratterizzano per un particolare degrado. C’è attesa, naturalmente, tra i disoccupati, soprattutto dopo la comunicazione di Guardino sull’imminente possibilità di presentare le domande. E’ in seguito alla direttiva dell'assessorato regionale della Famiglia e delle politiche sociali del lavoro pubblicata sulla gazzetta del 23 agosto scorso con la quale vengono istituiti i cantieri di servizio in favore dei soggetti disoccupati o inoccupati che Guardino ha attivato gli uffici comunali competenti al fine di predisporre i progetti da presentare alla Regione per l'ottenimento dei finanziamenti. Un apposito avviso contenente le indicazioni per la presentazione delle istanze di ammissione ai cantieri verrà pubblicato nei prossimi giorni sul sito web del Comune.


Unitamente all'avviso sarà pubblicato lo schema di domanda da presentare al Comune. L’assessore indica tra il 15 e il 18 settembre il periodo nel quale saranno fornite tutte le indicazioni per la presentazione delle domande, ma, intanto, gli uffici dovranno definire i progetti per contribuire a migliorare il volto della città.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X