Siculiana, estate con spiaggia deserta: «Colpa dei divieti di balneazione»

Il gestore di un lido: «Il provvedimento non colpisce la zona di Monte Rosso, ma l’allarme ci ha danneggiato»
Agrigento, Archivio

SICULIANA. Si svuota la «spiaggetta dei vip». Sempre meno turisti in questa estate 2013 sotto la torre di Monte Rosso, tra Siculiana e Realmonte. A lamentarsi - volendo dire la sua sul divieto di balneazione imposto una settimana fa dal sindaco di Siculiana nei cento metri ad ovest del fiume Canne e nei quattrocento metri ad est in direzione della spiaggia di Giallonardo - è Alfonso Vigneri, il gestore del noto chiosco «La spiaggetta» che propone ai clienti live music e drink, un'offerta che negli anni ha riscosso successo tra i turisti.
Ma quest'anno pare che gli affari non vadano a gonfie vele e non solo per colpa della crisi economica che ha drasticamente ridotto i consumi. C'è stata ad inizio stagione l'erosione costiera che ha ridotto la spiaggia. Poi il crollo di massi da una parte della montagna di tufo dai piedi d'argilla su cui sorge l'antica torre di guardia spagnola progettata dal famoso architetto e ingegnere Camillo Camilliani che tanto affascina i visitatori.
Due fatti andati alla ribalta delle cronache e che avrebbero suscitato un certo allarme scoraggiando bagnanti e turisti.
«E adesso, da ferragosto, arriva il diveto di balneazione e la nostra zona, anche se non è colpita assolutamente da questo provvedimento, ne esce molto penalizzata in termini di danni d'immagine e di allÈarmismi ingiustificati - dice Alfonso Vigneri -. Tengo a precisare - aggiunge l'operatore turistico - che il divieto non riguarda per niente la spiaggia di Giallonardo e nemmeno questa sotto la torre di Monterosso. Le notizie di questi giorni - ribadisce - ci stanno danneggiando. L'anno scorso di questi tempi - racconta - la spiaggia era invasa dai turisti e noi lavoravamo tanto. Invece quest'anno la situazione è grave, la spiaggia si è svuotata. Il mio appello è rivolto ai turisti e ai bagnanti: venite perché la nostra spiaggia è bella e pulita come è sempre stata, da noi non esiste il mare inquinato, le acque sono pulite e cristalline. Anche la spiaggia è pulita. Vero è che nessuno garantisce i servizi di pulizia, ma siamo noi - dice - a pulire la spiaggia, non solo a ferragosto».
Ribattezzata negli anni come la «spiaggetta dei vip» considerata la presenza spesso in acqua o sull'arenile di Angelino Alfano e di Gianfranco Jannuzzo, di Lola Ponce e di Clizia Incorvaia, di Sebastiano Somma e Gaetano Aronica, e meta preferita dei lussuosi yacht vippaioli che approdano sulla costa agrigentina come quelli, l'anno scorso, di Dolce & Gabbana o di Brad Pitt e Angelina Jolie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook