San Leone «vista» da Facebook «Ma chi sporca non si vergogna?»

AGRIGENTO. Prosegue senza sosta su facebook e si riaccende con la revoca del divieto di balneazione il dibattito sull'inquinamento del mare di San Leone. Da ieri, dopo che sono pervenute le prime analisi dell'ulteriore monitoraggio richiesto dal Comune all'Asp, si può tornare a fare il bagno nel tratto di mare di San Leone vicino alle condotte sottomarine dei "Padri vocazionisti" e di Pubblica sicurezza"già sottoposte a sequestro preventivo su provvedimento del gip del tribunale di Agrigento. «Un vero peccato. Si è distrutta un'intera estate. Ma chi sporca non si vergogna?», scrive Nino Riggio.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X