Allievi del Toscanini di Ribera in concerto: la protesta a Palazzo d’Orleans di Palermo

RIBERA. Hanno intonato l’Inno nazionale” ed eseguito alcuni brani di musica classica gli studenti e i docenti dell’Istituto musicale provinciale ”Arturo Toscanini” con sede a Ribera in via Roma e che, portandosi dietro gli strumenti musicali, hanno dato vita ad un concerto di protesta e di senzibilizzazione al loro problema: il rischio di chiusura del glorioso istituto musicale guidato dal maestro Claudio Montesano.


L’insolito concerto non è stato dato in un teatro o un auditorium, ma davanti al Palazzo d’Orleans, sede dell governo regionale, in piazza Indipendenza a Palermo. Studenti, docenti e il direttore Montesano hanno voluto così portare all’attenzione della classe politica siciliana ai massimi livelli il dramma che stanno vivendo e che viene dallo ”spending rewiew” che ha imposto tagli un pò dovunque, penalizzando realtà vive e apprezzate come il ”Toscanini” con circa 250 allievi provenienti dai centri più disparati di una fetta consistente della Sicilia.


Quelli del ”Toscanini” non ci stanno, non accettano l’idea che una struttura da dove passano da moltissimi anni moltissimi giovani che costruiscono il loro futuro attraverso la musica, debba di punto in bianco chiudere i battenti. Nei giorni scorsi hanno dato vita ad un’assemblea permanente, hanno scritto lettere aperte ai politici e a quanti possono aiutarli a raggiungere l’obiettivo prefisso, il mantenimento dell’Istituto. Ieri la singolare protesta ...in musica.


Il governatore della Sicilia Rosario Crocetta, al quale il concerto è stato indirizzato prevalentemente, era fuori, impegnato con il vice ministro Fassina a Roma. I ragazzi e i docenti sono stati accolti negli uffici della presidenza. Con loro c’era anche una delegazione dei sindaci di Ribera, Sciacca e Menfi, e una delegazione di consiglieri comunali, tra i quali i riberesi Carmelo Territo e Tommaso Pedalino.


”Hanno dato vita al concerto di protesta - dice il sindaco di Ribera Carmelo Pace - per manifestare la loro preoccupazione. Una preoccupazione che accomuna tutto il territorio". Siamo stati ricevuti all'interno della Presidenza della Regione, anche se il presidente Crocetta era assente. È stato un incontro interlocutorio durante il quale ci è stato comunicato che la Regione darà vita ad un tavolo interno finalizzato a trovare una soluzione che scongiuri la chiusura del ”Toscanini”.


È chiaro che la paura e la tensione non calano, anzi i ragazzi hanno manifestato la volontà di proseguire l'assemblea di protesta. Rimaniamo in attesa di notizie stando accanto al Direttore, al corpo docente e agli studenti del ”Toscanini”, sottolineando che saremo sempre accanto a loro in tutte le azioni che vorranno intraprendere per tutelare il loro futuro professionale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X