Il campo di atletica di Villaseta I fondi europei non arriveranno

AGRIGENTO. Il campo scuola di atletica leggera del Parco Mediterraneo di Villaseta non potrà essere ristrutturato, almeno con i fondi europei.
Il progetto presentato dal Comune di Agrigento infatti non figura tra quelli selezionati dall'apposita commissione per accedere al finanziamento. Con appena 30 punti ottenuti, figura, infatti, al 98° posto della graduatoria regionale. Solo i primi 39 della graduatoria ce l'hanno fatta ad ottenere i soldi per completare, ristrutturare o realizzare di sana pianta un impianto sportivo comunale. Il finanziamento richiesto dal Comune di Agrigento è di un milione e poco più di 15 mila euro. Agrigento ha presentato anche la richiesta di finanziamento (un milione e 200 mila euro) di un altro progetto per il recupero della palestra coperta di Villaseta, l'aula bunker che ha ospitato il processo alla mafia agrigentina e non più tornata allo sport. Si tratta di una vera e propria delusione per gli operatori sportivi della Città dei Templi. La provincia di Agrigento, comunque, si consola con tre progetti finanziati: quello di Naro di un milione di euro per il completamento dell'impianto "San Giovanni" per la pratica del canottaggio, che occupa il quarto posto della graduatoria con 61,50 punti; il progetto di Aragona (un milione di euro, anch'esso) per il completamento del campo sportivo comunale, 23° della graduatoria con 50,50 punti e la ristrutturazione con 800 mila euro del campo sportivo comunale di Porto Empedocle, 35° in graduatoria con 45,25 punti. Insomma, tutto sommato, 2 milioni e 800 mila euro sono riusciti ad arrivare nell'Agrigentino. Non è molto rispetto ad altre province isolane, ma va accolto, comunque, come un premio di consolazione. Oltre al progetto del capoluogo, un altro comune della provincia è rimasto a bocca asciutta: Bivona che sperava in un finanziamento di quasi un milione di euro per sistemare il campo di calcio "Renato Traina", e su un altro di 700 mila euro per completare la piscina coperta. "Siamo davvero delusi per il fatto che i due progetti presentati dal Comune capoluogo -dice il presidente del Coni, Calogero Lo Presti- non uno è stato inserito nei primi trentanove posti utili per accedere al finanziamento europeo. Sarebbe stata la volta buona per recuperare il campo scuola di atletica leggera che versa in uno stato di completo abbandono. E' un impianto che manca davvero alla città per rilanciare l'atletica leggera del capoluogo. Siamo soddisfatti per i Comuni di Aragona, Naro e Porto Empedocle che potranno completare i loro impianti sportivi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X