Prostituta morta ad Agrigento, condannato un algerino

Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Il gup del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha condannato a 3 anni e 6 mesi di esclusione Mohamed Jouda, 21 anni, algerino, accusato di rapina, violazione di domicilio e porto abusivo di coltello. L'immigrato era stato arrestato, lo scorso ottobre, nell'ambito dell'inchiesta sulla morte della prostituta colombiana Cindy Vanessa Candelo Arroyo. La donna precipitò dalla finestra della sua abitazione, in via Damareta, per sfuggire alla rapina. Il pm Andrea Maggioni aveva chiesto la condanna a 6 anni e 2 mesi di carcere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook