Ribera, raccolta differenziata al via nelle borgate estive

AGRIGENTO. Dovrebbero essere superate definitivamente le brutte immagini che si sono ripetute in questi primi giorni di vero e proprio assalto alle borgate estive di Seccagrande, Borgo Bonsignore e Piana Grande, caratterizzate da cumuli abbondanti di rifiuti depositati in qualunque ora della giornata nei pochi cassonetti a disposizione dei villeggianti. Da ieri e fino al 7 settembre prossimo la raccolta dei rifiuti solidi urbani nella località estiva di Seccagrande, e in quelle di Borgo Bonsignore e Piana sarà effettuata sotto casa dei villeggianti in modo differenziato con il sistema "Porta a Porta". Il ritorno del provvedimento, annunciato dal vice sindaco Davide Caico, e il cui varo è stato in una situazione di "stand by" per diversi giorni, dopo le indicazioni fatte pervenire mesi fa dall'Amministrazione comunale alla Sogeir di Sciacca, che gestisce il servizio, in attesa del cambiamento di gestione, dovuto alla nuova normativa del settore, era particolarmente atteso. Cassonetti esposti al sole e carichi di rifiuti di ogni genere, in attesa di essere ritirati al mattino, non se ne vedranno per tutto il periodo. Almeno questa è l'intenzione di massima: "per questa ragione - ha dichiarato Caico - verranno rimossi dalle località balneari". Il vice sindaco ha reso noto che "i sacchetti con i rifiuti differenziati dovranno essere esposti fuori casa nei giorni previsti nell'eco calendario, dalle 22 alle 7“. Ribadito per i rifiuti ingombranti (frigoriferi, lavatrici, televisori, reti, materassi, divani, condizionatori d'aria ecc. ecc) che "è vietato l'abbandono e il deposito sul suolo" e che "è attivo il servizio di ritiro a domicilio gratuito di questi speciali rifiuti effettuato a cura della Sogeir telefonando allo 0925561536". Gli ingombranti possono essere anche conferiti nell'Isola Ecologica ”Scirinda”. Disposizioni anche per lo smaltimento degli sfabbricidi derivanti da attività di demolizione, costruzione, scavo, che per modiche quantità provenienti da piccole demolizioni domestiche, possono essere conferiti in modo gratuito nell' Isola Ecologica. Caico ha anche ricordato che, a seconda i casi, le sanzioni possono andare da 25 a 155 euro per rifiuti non pericolosi e nei casi più gravi da 105 a 620 euro. Se da un lato si pensa di dare una regolata con il nuovo sistema, molto lavoro resta in zone stracaolme di rifiuti ”selvaggi” come nella zona della foce del Magazzolo e sotto il cavalcavia di Piana Grande. T. C.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X