Torna potabile l’acqua a Santo Stefano: «Due anni di attesa, ora si festeggia»

SANTO STEFANO. La notizia era attesa da tempo: l’acqua è tornata potabile. E così, ieri, gli stefanesi hanno tirato un sospiro di sollievo. Ad annunciarlo il sindaco Francesco Cacciatore, preso atto delle ultime analisi dell'Istituto zooprofilattico sperimentale della Sicilia disposte dal Comune. Il risultato parla di «un ulteriore esito negativo di rilevamento del norovirus sui campioni di acqua prelevati dalla rete di distribuzione comunale» di Santo Stefano Quisquina. Altri esami erano stati fatti già a settembre 2011 e a gennaio di quest'anno. revocata, quindi, l'ordinanza sindacale con cui il 3 marzo 2011 si vietava di utilizzare, per fini potabili, l'acqua erogata dal servizio idrico pubblico. Affissi manifesti murali in cui viene anche annunciata la «Festa dell'acqua pubblica». «Era uno degli impegni qualificanti del programma elettorale, realizzato in brevissimo tempo - ha detto Cacciatore -. Esprimiamo soddisfazione per un atto che la cittadinanza aspettava da più di due anni. La nostra acqua torna potabile e ciò ci deve impegnare a salvaguardare le nostre fonti ed i nostri pozzi da ogni forma di inquinamento. Intendiamo anche per questo promuovere prossimamente la "Festa dell'acqua pubblica", una giornata di riflessione civica».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook