"San Leone, altri scarichi in mare": la denuncia di Girgenti Acque

Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Sembrano non finire mai, i guai per la frazione di San Leone che rendono ogni estate, sempre meno piacevole soggiornarvi o farvi il bagno. Questa volta, i tecnici di Girgenti Acque, hanno individuato una serie di utenti che, nonostante fossero in possesso dell’autorizzazione, a quanto pare inconsapevolmente, scaricavano nella condotta delle acque bianche invece che nel collettore fognario e, di conseguenza, i reflui conferivano a mare.
Sabato scorso, in pratica, a causa di una ostruzione di un pozzetto ai piedi di un fabbricato di via Mario Gentilini, i tecnici hanno chiesto l’intervento dell’espurgo ma l’attrezzatura non riusciva a scorrere lungo la condotta bloccandosi ad una certa altezza. Scavando si sono accorti della presenza di una caditoia delle acque bianche dalla quale fuoriusciva liquame. Così, tramite il tracciante colorante, hanno individuato le utenze collegate allo scarico, scarichi fognari che risultavano posizionati a una distanza di 25 centimetri sotto l’asfalto.
«Da questi scarichi - ha spiegato Girgenti Acque - i reflui raggiungevano il pozzetto ubicato all’altezza l’Holiday Park per poi confluire a mare nell’area antistante lo stabilimento.Sul posto sono giunti anche i vigili urbani. Ovviamente sono ancora in corso ulteriori accertamenti per verificare se vi sono altri scarichi allacciati abusivamente alla condotta delle acque bianche».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X