Depurazione, ordinanza di Zambuto: "Girgenti acque inizi subito i lavori"

AGRIGENTO. «Ci sono oltre 23 milioni di euro che da un anno aspettano di essere utilizzati per la realizzazione di opere fognarie e di depurazione a servizio di Agrigento e adesso, Girgenti Acque deve iniziare i lavori con decorrenza immediata».
Il sindaco di Agrigento Marco Zambuto, è andato in pressig sulla società che gestisce il servizio idrico integrato in parte della provincia, firmando un’ordinanza con cui intima l’inizio immediato dei lavori per la realizzazione delle opere che facciano superare definitivamente l’inquinamento del mare di San Leone e tutte le altre emergenze igienico-sanitarie della città. I lavori riguardano l’adeguamento dell’impianto di depurazione di Fontanelle, il completamento della rete fognante della fascia costiera di Agrigento, il completamento della fognatura della zona nord della città, la fognatura della zona Cannatello-Zingarello ed il nuovo depuratore al servizio della fascia costiera di Agrigento e del comune di Favara, lavori necessari ad eliminare l’inconveniente ambientale e garantire la salvaguardia della salute pubblica e la balneabilità del litorale di San Leone.
«Appare veramente grave ed assolutamente inaccettabile - ha spiegato Zambuto - che Agrigento, pur disponendo di oltre ventitre milioni di euro per opere essenziali, a causa di pastoie burocratiche di vario genere e di procedure asfissianti arcaiche ed intrise di rituali vecchi e ripetitivi, non riesce a vedere aperti i relativi cantieri ed offrire lavoro. Le somme disponibili da un anno non vengono spese da parte dell’ATO idrico e del soggetto privato che gestisce il servizio. Lo scorso 28 maggio - aggiunge avevano sollecitato Girgenti acque ad effettuare interventi urgenti, compresa la costruzione del secondo pozzetto della rete fognaria a San Leone, nella zona delle Dune, all’altezza dello stabilimento di Pubblica Sicurezza, ma ad oggi, nonostante le rassicurazioni ricevute, gli stessi siano stati effettuati». Il Comune ha scritto anche al Presidente della Regione Siciliana, trasmettendo copia dell’ordinanza per valutare la possibilità di emettere provvedimenti contingibili ed urgenti” per la realizzazione, tra le opere finanziate, di quelle volte direttamente alla salvaguardia della salute dei cittadini. Dal canto suo, il sindaco si impegna a firmare, per la parte di propria corresponsabilità e competenza, ulteriori ed eventuali atti contingibili ed urgenti così come predisposti dallo stesso Presidente della Regione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X